torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

attualità scientifica
mare pił caldo, uragani pił grandi

Gli esiti della ricerca dello scorso anno che analizzava il rapporto tra riscaldamento della superficie del mare e crescita della forza degli uragani sono stati rafforzati da una seconda indagine.

Secondo questo nuovo studio, dell'Istituto Tecnologico della Georgia, ci sarebbe una relazione molto stretta tra le temperature sempre pił alte dei mari tropicali e l'aumento dell'intensitą degli uragani. Come avevano gią osservato scienziati del MIT, le tormente cicloniche nell'Atlantico del Nord e nel Pacifico del Nord aumenterebbero in forza e in durata.

La rivista Nature ha pubblicato lo scorso anno una ricerca sugli ultimi trentacinque anni da cui si evince che gli uragani classificati di categoria 4 e 5 della scala Saffir-Simpson, ovvero quelli pił intensi, sono raddoppiati negli ultimi anni.

Anche altri organismi stanno cercando di dare una spiegazione al problema. Secondo il Centro di Ricerche atmosferiche americano (NCAR) i tre fattori che fanno aumentare di intensitą gli uragani, quali il cambio di velocitą e di direzione del vento in relazione all'altitudine, l'umiditą della cappa pił bassa dell'atmosfera e la tendenza del vento a ruotare in una direzione ciclonica, sono da mettere in correlazione con l'aumento della temperatura sulla superficie del mare.

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it