torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

attualità scientifica
anche lo smog riscalda

Le emissioni di smog procedenti dai processi industriali alterano il modo in cui la luce solare e' riflessa dalla neve. Secondo una simulazione realizzata al computer, lo smog potrebbe essere il responsabile del 25 per cento del riscaldamento globale osservato nel secolo appena trascorso.

Alle latitudini in cui il ghiaccio e la neve sono piu' comuni, l'accumulo di smog trasportato dal vento potrebbe avere conseguenze cruciali sulla climatologia. Un terreno bianco di neve riflette la maggior parte della luce solare che riceve. Se la superficie e' oscurata dallo smog, molte radiazioni saranno assorbite invece di essere riflesse.

Il fenomeno e' in aumento, in quanto lo smog provoca un aumento delle temperature, perche' viene riflettuta una minore quantita' di raggi solari.

Di conseguenza si crea una disgelo maggiore, che a propria volta fa aumentare la concentrazione di smog nel suolo e crescere l'assorbimento nel terreno di radiazioni.

Un gruppo di ricercatori del Goddard Institute for Space Studies ha analizzato gli effetti dello smog sulla quantita' di energia solare riflessa verso lo spazio, cosa che non era stata abbastanza esaminata in precedenti lavori.

Nell'emisfero settentrionale la primavera sta iniziando prima e provoca una diminuzione del ghiaccio nell'Artico, il disgelo dei ghiacciai e cambi di clima nei mari e in terraferma.

Lo smog (insieme all'effetto serra) sta sciogliendo molti ghiacciai. Il cappello di ghiaccio del Kilimangiaro, formatosi 11mila anni fa, potrebbe sparire nel giro dei prossimi vent'anni. Negli ultimi cento anni il ghiacciaio della cima piu' alta del continente africano si e' ridotto dell'ottanta per cento.

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it