periodico di politica e cultura 25 maggio 2017   |   anno XVII
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
archivio
Google

teatro: alla Casa del Teatro ed al Teatro Agnelli di Torino

Festival Giocateatro

nella stessa sezione:
Dal 18 al 20 aprile, l'appuntamento per i torinesi è il Festival Giocateatro Torino, giunto quest'anno alla XXI edizione: da mattina a sera, per tre giorni, si potrà assistere a una selezione degli spettacoli prodotti negli ultimi dodici mesi dalle più importanti compagnie di Teatro Ragazzi del territorio piemontese. L'importanza di GIOCATEATRO TORINO – Festival di teatro per le Nuove Generazioni, è testimoniata dalla presenza, tra il pubblico, di oltre 150 tra direttori artistici e loro collaboratori, italiani e stranieri, che avranno l’opportunità di scegliere gli spettacoli più adatti ad arricchire le stagioni 2017/18 di numerosissimi teatri. Sede delle rappresentazioni, la Casa del Teatro e il Teatro Agnelli, a Torino.

Il programma prevede 19 spettacoli (tra cui 5 rivolti agli adolescenti) e una Tavola Rotonda dal titolo IN GIOCO - DIALOGHI SUL TEATRO RAGAZZI: un evento pensato per gli operatori culturali, per discutere e confrontarsi sul rinnovamento dei linguaggi artistici e sulle nuove tendenze del teatro per le nuove generazioni. Ma anche per riaffermare l'importanza di un teatro che, nel rivolgersi ai giovani, manifesta la necessità che l'arte e la cultura siano il più possibile inclusive e accessibili, e che parlino a tutti senza rinunciare alla profondità, agli strumenti e alle professionalità che appartengono al miglior teatro. Anzi. Come viene spesso ricordato, gli artisti del teatro per ragazzi, a costi il più delle volte contenuti, si sono spesso avventurati per vie nuove e inesplorate, che ne hanno fatto, nel tempo, una delle principali avanguardie del teatro sperimentale, grazie al ricorso a mille espedienti scenici e narrativi, e alla commistione delle più diverse forme artistiche, dal teatro di figura alla danza, dalle videoproiezioni alla musica elettronica.

In occasione della Tavola rotonda, il direttore artistico della Fondazione TRG, Graziano Melano, illustrerà a operatori ed esperti il nuovo progetto della Fondazione, nato anche grazie all'impulso del Presidente Alberto Vanelli. Un programma ambizioso, che senza trascurare il pubblico storico della Casa del Teatro, composto soprattutto da ragazzi e famiglie, porterà a un potenziamento della vocazione intergenerazionale della Fondazione, le cui attività si rivolgeranno con decisione sempre maggiore anche alla fascia di pubblico più difficile: quella degli adolescenti, gli utenti che in tutti gli studi sulla partecipazione dei cittadini a eventi e iniziative di carattere culturale – musica leggera ed elettronica esclusa – risultano i “grandi assenti”. Come trasformarli in utenti della cultura? Come portarli a teatro?

Nell'ambito della manifestazione, inoltre, la sera del 19 aprile, prima dello spettacolo VA, VA, VAN BEETHOVEN, coprodotto dall'Unione Musicale dalla Fondazione TRG e dall’Associazione Culturale Tzimtzum, si terrà la grande festa di chiusura della Stagione 2016/17 della Casa del Teatro. L'ospite d'onore sarà il pubblico più affezionato: gli abbonati, gli spettatori assidui, gli amici di lungo corso.

Partendo dagli spettacoli pensati per i piccolissimi di 2/3 anni, che avvicinano - spesso per la prima volta - nuovi spettatori alla magia del teatro, verranno presentati: AZZURRA E SOLE. Storie di tutti i colori di Onda Teatro, il racconto di due bambine che, interagendo tramite il gioco, imparano a conoscersi e a conoscere e sentire l'altro da sé. VOGLIO ANDARE SUI PIANETI de Il Dottor Bostik, la storia di Celestino, un bambino/marionetta (mosso a vista dal suo animatore) che guarda il cielo immaginando di raggiungere i mondi più lontani. Finché il sogno si avvera. TEMPO, il nuovo spettacolo di teatro-danza rivolto alla primissima infanzia di Bruno Franceschini con le coreografie di Aldo Rendina e Federica Tardito. ALICE nato dalla collaborazione tra l’Unione Musicale Onlus e Tecnologia Filosofica/Refrain in cui danza, parola e musica si fondono per raccontare Alice nel Paese delle Meraviglie. LA PICCOLA FORESTA della Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani Onlus, una favola moderna, ecologica e piena di grazia e tenerezza, dove l'innocenza e la speranza hanno il potere di far nascere, dal caos e dal nulla, un mondo intero. NON TI VEDO NON MI VEDI di Faber Teater, l’incontro tra diversi al centro di un delicato racconto che parla a tutti. LE FOGLIE E IL VENTO di Associazione Didee, un racconto danzato, una metafora dell’esistenza dove nulla muore e tutto si trasforma. E per tutte le età, dai 3 ai 99 anni, il nuovo spettacolo “a solo” di Michele Cafaggi, clown e attore che costruisce storie e atmosfere accostando mimica, clownerie e arti circensi a una miriade di bolle di sapone: CONTROVENTO storia di aria, nuvole e bolle di sapone.

Proseguendo nel cartellone, l’offerta destinata a un pubblico di bambini e ragazzi prevederà: VA, VA, VA, VAN BEETHOVEN di Unione Musicale/ Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani Onlus/ Associazione Tzimtzum, spettacolo che, attraverso l’azione teatrale e l’esecuzione dal vivo delle Variazioni Eroica op. 35, svela le avventurose trasformazioni e i cambiamenti che riguardano la vita del grande compositore Ludwig van Beethoven. MOSTRAMI I MOSTRI della Compagnia Il Melarancio, uno spensierato varietà, dedicato alle paure che insegnano a non avere paura: una carrellata di variazioni sul tema, in cui le figure paurose del passato si affiancano alle inquietudini contemporanee. Ma ci sono anche dei raggi di luce, certo, di quelli che rassicurano e scaldano il cuore... RACCONTI D'AMORE IN PUNTA DI PIEDI di Teatrodistinto, quattro storie incentrate sui legami che uniscono i bambini ai loro nonni: legami forti, che resteranno per sempre nel ricordo. NIÑA due passi nell'adolescenza della giovane compagnia Gatto Vaccino Teatro che racconta il periodo di passaggio dalla fanciullezza all’adolescenza e il valore simbolico di “rottura” Lo spettacolo del progetto “PICCOLA TRILOGIA DEGLI ALTRI BAMBINI” FRATELLI IN FUGA - di Siblings e di autismo realizzato dalla compagnia Santibriganti Teatro e Fondazione Paideia Onlus. Inoltre, CUOCOLO/BOSETTI IRAA Theatre, importante compagnia di teatro per adulti, presenterà il suo primo spettacolo concepito per bambini: BOTTONI, che mette in scena i principali personaggi delle fiabe attraverso un metodo di narrazione inconsueto e innovativo.

E per gli adolescenti, pubblico complesso ed esigente: UNA STORIA DISEGNATA NELL'ARIA, per raccontare Rita che sfidò la mafia con Paolo Borsellino uno spettacolo, di e con Guido Castiglia, che mira dritto al cuore, toccando innanzitutto la dimensione delle emozioni. RAIS di Assemblea Teatro che racconta le ultime ore di vita del dittatore libico Muammar Gheddafi; tratto dal romanzo L'ultima notte del Rais, di Yasmina Khadra, pubblicato in Italia da Sellerio. TRAGICOMIC HEROES di Pem Habitat Teatrali i cui protagonisti sono quattro stravaganti creativi costretti a progettare un videogioco interattivo incentrato sulle tragedie di Shakespeare. NAUFRAGHI NELLA TEMPESTA DELLA PACE. Storia e memorie dei profughi della Venezia Giulia, della Dalmazia e dell’Istria, di COLTELLERIA EINSTEIN, attraverso testimonianze e documenti, rende omaggio alla storia e alle vicende di un popolo oggi disperso in ogni angolo del mondo. E ancora, va menzionata La Ballata dei Lenna con IL PARADISO DEGLI IDIOTI, spettacolo Finalista Premio Scenario 2015: un tuffo nel passato, una cascata di ricordi ed emozioni, da cui emergono i caratteri, le fragilità e le ferite di due fratelli. E l'opportunità di imparare a capirsi, accettarsi e diventare davvero adulti.

La manifestazione Giocateatro Torino è promossa e organizzata dalla Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani onlus, dalla Fondazione Piemonte dal Vivo e dalle Compagnie del Progetto Teatro Ragazzi e Giovani Piemonte, con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Regione Piemonte, della Città di Torino, di I.T.E.R. – Centro di Cultura per l’Arte e la Creatività e della Compagnia di San Paolo, della Fondazione CRT e della Fondazione Paideia Onlus.

articolo pubblicato il: 14/04/2017

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy