periodico di politica e cultura 20 agosto 2017   |   anno XVII
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
archivio
Google

spettacolo: al Teatro Persio Flacco di Volterra

"Kemp Dances"

Lindsay Kemp In

“Kemp Dances”
Invenzioni e Reincarnazioni

In esclusiva per il XV Festival Internazionale del Teatro Romano Con Daniela Maccari, Ivan Ristallo, David Haughton e James Vanzo Luci David Haughton Coreografia Lindsay Kemp, Luc Bouy, Daniela Maccari Organizzazione artistica e tecnica David Haughton

14 Luglio 2017 Ore 21,30 Teatro Persio Flacco Via dei Sarti, 37 - Volterra

Nel corso della loro lunga e straordinaria carriera, Lindsay Kemp e la Lindsay Kemp Company hanno suscitato meraviglia e scalpore in ogni parte del mondo, mescolando stili di teatro, mimica, danza, tradizione, esperimento, ironia e sensazioni. Ancora oggi, come allora, la magia degli spettacoli di Kemp ruotava intorno al suo personalissimo carisma di interprete trasformista senza distinzione di ruoli donna, uomo, elfo, marionetta o altro. In scena trascendeva sempre ogni genere e ogni personaggio raccontato attraverso la sua danza senza tempo e senza regole, fatta di tecnica unita alla trasmissione di emozioni. Quella che lui stesso ha sempre definito in maniera estrema come “Un’immobilità carica di emozioni che vale cento gesti atletici”.

“Kemp Dances” è una serie di “invenzioni e reincarnazioni” di nuove interpretazioni, creazioni e frammenti di alcuni dei suoi pezzi classici ricreati e rivissuti in chiave moderna. Un mosaico spettacolare ed emozionante di personaggi e racconti fantastici, realizzato con quattro collaboratori in scena e lo storico collaboratore David Haughton, sostenuti da un potente mix di musiche e luci che suscitano irreali visioni. Un saltimbanco dell’anima tutto in divenire mescolato a elementi fissi in cui c’è sempre una reinvenzione costante di ogni racconto e ogni gesto. Lo spettacolo offre quattro magnifici e contrastanti personaggi per il trasformismo di Kemp. Un’onirica identificazione melodrammatica con Violetta e Callas in “Ricordi di una Traviata”. Un’allegoria profondamente semplice de “Il Fiore”, un viaggio dentro la pazzia mistica del leggendario ballerino Nijinsky, de Les Ballets Russes e “L’Angelo”. Un’anima che trascende ogni identità per diventare un simbolo dell’essenza umana, della rinascita e della speranza. Ad arricchire il tutto, un estratto di “Mi Vida”, un adattamento ad hoc dal grande coreografo belga, Luc Bouy tratto da “La Femme en Rouge” interpretato da Daniela Maccari, coreografa, collaboratrice e ormai musa di Lindsay Kemp e l’attore ballerino, Ivan Ristallo. Kemp Dances offre come sempre inviti e incantesimi di Lindsay Kemp in un linguaggio d’impatto che rimane sempre accessibile a tutti, ma regala nello stesso tempo l’opportunità di vedere ancora in scena un genio del teatro del ventesimo secolo.

Programma: “Ricordi di una Traviata” - musica di Giuseppe Verdi Cantata da Maria Callas Lindsay Kemp “La Femme en Rouge” - canzoni popolari francesi Daniela Maccari, Ivan Ristallo “Il Fiore”- musica di W.A. Mozart. “Laudate Dominum” Lindsay Kemp “Mi Vida” di Luc Bouy musica di Gregorio Paniagua, Francisco Tarrega, Arvo Part Daniela Maccari, Ivan Ristallo, James Vanzo “Frammento dal Diaria di Vaslav Nijinski” - musica di Carlos Miranda Lindsay Kemp, Daniela Maccari, Ivan Ristallo, James Vanzo, Alessandro Pucci “Il Cigno” - musica di Ca mille Saint Saens Daniela Maccari “L’Angelo” - musica di Giuseppe Verdi, dal Requiem Lindsay Kemp

Lindsay Kemp Danzatore, attore, pittore, autore, costumista, scenografo, insegnante, coreografo, regista… Considerato da pubblico e stampa come uno dei grandi maestri contemporanei ancora viventi, LK nella sua lunga carriera artistica ha collaborato con leggende artistiche del calibro di Nureyev, Fellini, Mick Jagger, Ken Russell e Derek Jarman ma soprattutto ha esercitato un’influenza determinante sulla storia del rock. Tra i suoi allievi si possono annoverare tra gli altri Peter Gabriel, Kate Bush e David Bowie di cui firmò la regia di Ziggy Stardust. Icona del mondo dello spettacolo negli anni settanta/ottanta Kemp ha lasciato il segno producendo opere significative da Flowers a Sogno di una notte di mezza estate, Salomè e tantissimi altri che lo hanno reso celebre in tutto il mondo. Dopo i numerosi successi dello scorso millennio, Kemp è tornato in scena col suo spettacolo Kemp Dances, che dopo il tour in Spagna tornerà quest’anno in Italia a partire da Firenze, il prossimo settembre.

Informazioni e prenotazioni: Pro Volterra 058886150 Consorzio Turistico 058887257 www.teatroromanovolterra.it

articolo pubblicato il: 12/07/2017

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy