periodico di politica e cultura 24 giugno 2018   |   anno XVIII
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
abbiamo aggiornato la cookie policy e i collegamenti ad essa associati: cookie policy
archivio
Google

cronache: per il progetto Dimmi EP Extended Play

premio allo Stabile

nella stessa sezione:
"Dimmi EP, Extended Play", progetto presentato dalla Compagnia Teatro Stabile di Anghiari in qualità di capofila di una rete costituita con l'Associazione Assadaqa=Amicizia, l'Associazione Gurdwaea Sangat Sabha Toscana, l'Associazione Senegalese del Valdarno, Anghiari Dance Hub, l'Archivio diaristico nazionale di Pieve Santo Stefano, il Comune di Terranuova Bracciolini, Controradio, Fratelli dell'Uomo, KanterStrasse, l'Istituto scolastico "Giovanni XXIII" di Terranuova Bracciolini, Officine della Cultura e l'Orchestra Multietnica di Arezzo è fra i progetti vincitori, per il secondo anno consecutivo, del Bando MigrArti Spettacolo 2018, assegnato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e dello Spettacolo.

"Dimmi EP" si pone in continuità con il progetto "Dimmi, in movimento" realizzato nell'ambito di MigrArti Spettacolo 2017, riprendendone e sviluppandone i punti di forza, con l'obiettivo di sfidare gli stereotipi sulla migrazione e di promuovere la percezione della diversità culturale come valore imprescindibile della futura società comune. Il progetto propone in particolare di coinvolgere giovani (immigrati, seconda generazione e italiani) in processi di co-creazione che conducano alla elaborazione e trasposizione in linguaggi artistici - in particolare la danza - delle storie, conservate presso Archivio dei Diari di Pieve Santo Stefano, di persone che hanno deciso di narrare la propria esperienza di migrazione e di condividere la cultura di origine. I linguaggi artistici (danza, musica, teatro) rappresentano in tal senso un veicolo privilegiato di comunicazione per superare la diffidenza e le barriere culturali e linguistiche.

La direzione artistica, guidata da Andrea Merendelli, individuerà all'interno del fondo archivistico DiMMi un nucleo di storie migranti che possano rappresentare la base di partenza per la strutturazione del percorso narrativo del progetto. Ad oggi il fondo DiMMi (diari multimediali migranti) - istituito dal 2012 presso l'Archivio diaristico di Pieve Santo Stefano grazie al sostegno della Regione Toscana con l'obiettivo di sensibilizzare e coinvolgere i cittadini sui temi della pace, della memoria e del dialogo interculturale - conta 136 storie rappresentative di oltre 30 paesi di provenienza. "Dimmi EP" prevede di procedere in modo graduale, accompagnando i partecipanti lungo un percorso progressivo di aumento di consapevolezza e di coinvolgimento attivo nelle attività di creazione artistica. I giovani saranno quindi coinvolti in attività laboratoriali finalizzate, in una prima fase allo sviluppo narrativo delle storie di migrazione selezionate e, successivamente, all'elaborazione artistica delle stesse attraverso i linguaggi della danza e della musica.

I giovani (immigrati, seconda generazione e italiani) diventeranno perciò interpreti di storie di migrazione, storie universali per le urgenze che le inducono e per i sentimenti che le accompagnano. Andrea Merendelli, direttore artistico del progetto, si avvarrà della collaborazione di Gerarda Ventura (coordinatrice ambito danza), Massimo Ferri (coordinatore ambito musica) e Simone Martini (coordinatore ambito teatro) con la finalità di integrare i contributi apportati dal gruppo di affermati professionisti che affiancheranno i giovani nel processo di co-creazione: Tommaso Monza e Mohamed Yoursy Fathy "Shika" per quanto riguarda la danza, Francesco Manetti e Lorella Serni per il teatro, Enrico Fink e Mariel Tahiraj per la musica.

"Dimmi EP" si concluderà con due messe in scena dello spettacolo ideato nel corso dell'intero progetto previste nel mese di luglio 2018 nell'ambito del Festival Diffusioni (Terranuova Bracciolini) e del Festival Colline Etrusche Festival (Monte San Savino).

articolo pubblicato il: 22/02/2018

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy