periodico di politica e cultura 24 maggio 2018   |   anno XVIII
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
archivio
Google

musica: alla Palazzina Liberty Dario Fo e Franca Rame di Milano

"Vivaldi e l'Europa barocca"

Milano classica - XXVI Stagione "Milano Fantastica" Stagione orchestrale 2017/2018 Milano Classica è una residenza di Palazzina Liberty in Musica, un progetto Comune di Milano | Cultura, Area Spettacolo

Domenica 8 aprile, ore 10.45 Palazzina Liberty Dario Fo e Franca Rame, Largo Marinai d'Italia 1, Milano

Vivaldi e l'Europa barocca
Musiche di J. F. Fasch, A. Vivaldi, G. F. Händel

Sergio Azzolini, fagotto e concertatore Giovannino De Angeli, oboe Beppe Falco, oboe Ai Ikeda, fagotto Orchestra da Camera Milano Classica

INTRODUZIONE AL CONCERTO CON L'INTERVENTO STRAORDINARIO DI: Danilo Stagni corno Massimo Polidori violoncello Orchestra giovanile Milano Strings Academy Michelangelo Cagnetta direttore Musiche di J.S. Bach, A. Piazzolla, L. Cohen

Domenica 8 aprile, alle ore 10.45, Milano Classica torna a proporre la musica barocca nell'ambito della stagione 2017/18 di Palazzina Liberty in Musica con uno degli appuntamenti di punta della stagione. Fagotto solista e maestro concertatore alla guida dell'Orchestra da Camera di Milano Classica sarà infatti Sergio Azzolini, uno dei più importanti fagottisti contemporanei, insieme agli oboisti Giovanni De Angeli e Beppe Falco, e alla fagottista giapponese Ai Ikeda. Un nome d'eccezione nel panorama della musica barocca, quello di Sergio Azzolini, che Milano Classica porta sul palco di Palazzina Liberty, con un programma dedicato alle splendide composizioni per oboe e fagotto di Antonio Vivaldi, Georg Friedrich Händel e Johann Friedrich Fasch. Il concerto sarà un'occasione rara per ascoltare un repertorio barocco poco conosciuto al grande pubblico, interpretato da uno dei suoi massimi esperti: il programma propone il Concerto RV 531, originariamente scritto per due violoncelli, proposto nella versione per due fagotti e il raro Concerto in sol minore RV 812 per oboe, violoncello (in questo caso fagotto), archi e basso continuo di Antonio Vivaldi, genio assoluto del concerto solistico barocco, insieme al recentemente riscoperto Concerto in do minore per oboe, fagotto, archi e basso continuo di Georg Friedrich Händel. In programma anche due meravigliose pagine musicali di un compositore fortemente influenzato dalla musica di Vivaldi, il tedesco Johann Friedrich Fasch, del quale saranno eseguite L'Ouverture in do maggiore il Concerto in do minore FWV L:c2. Ad aprire il concerto sarà l'Orchestra giovanile Milano Strings Academy diretta da Michelangelo Cagnetta, con l'intervento straordinario di Danilo Stagni e Massimo Polidori, primo corno solista e primo violoncello dell'orchestra del Teatro alla Scala, che eseguiranno musiche di J.S. Bach, A. Piazzolla e L. Cohen. Il concerto è dedicato alla campagna "La musica contro il lavoro minorile", ideata da "Forte? Fortissimo!" nell'ambito delle iniziative dell'Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO).

Programma: J. F. FASCH (1688-1758): Ouverture in Do maggiore K:C1 per due oboi, fagotto, archi e basso continuo J. F. FASCH: Concerto a 7 in do minore FWV L:C2 (Allegro - Largo - Allegro) A. VIVALDI (1678-1741): Concerto in sol minore RV 531 per due fagotti, archi e basso continuo (Allegro - Largo - Allegro) G. F. HÄNDEL (1685-1759): Concerto in do minore per oboe, fagotto, archi e basso continuo (Adagio - Allegro - Adagio - Tempo di Minuetto) A. VIVALDI: Concerto in sol minore RV 812 per violino, fagotto, archi e basso continuo (Allegro - Largo - Allegro cantabile)

Sergio Azzolini ha studiato al Conservatorio "Claudio Monteverdi" sotto la guida di Romano Santi e successivamente con Klaus Thunemann all'università musicale di Hannover. Ha suonato per diversi anni nell'orchestra della Comunità Europea e ha vinto numerosi concorsi, tra i quali Praga, il "C.M. von Weber" e l'ARD di Monaco. In veste di solista con lo strumento barocco collabora regolarmente con i "Sonatori de la Gioiosa Marca" e "La Stravaganza Köln". Accanto all'attività solistica, si dedica intensamente alla musica da camera con l'ensemble "Parnassi Musici" e come continuista collabora regolarmente con "L'Ensemble Baroque de Limoges" diretto da Christophe Coin. Dal 2002 fino al 2007 è stato direttore artistico dell'orchestra "Kammerakademie Potsdam". Accanto all'attività concertistica, dal barocco all'avanguardia, è stato maestro concertatore di due opere veneziane inedite: "La fida Ninfa" di Antonio Vivaldi e "Le nozze di Dorina" di Baldassare Galuppi. Numerosi dischi e registrazioni radiofoniche dimostrano la straordinaria varietà stilistica del repertorio affrontato da Sergio Azzolini. Dal 1998 è insegnante di fagotto e musica da camera alla Hochschule di Basilea.

Giovanni de Angeli ha ottenuto il diploma ad Hannover con Ingo Goritzki e ha completato i suoi studi a Ginevra sotto Maurice Bourgue con il diploma di solista. È vincitore di concorsi internazionali ("Sony" a Tokyo e Praga Primavera) ed è solista nei più grandi palcoscenici del mondo. È stato oboista solista dell'Orchestra della Toscana e ha collaborato come oboista solista con le orchestre più famose (Scala di Milano, Orchestra Sinfonica della Radio Bavarese, Filarmonica di Monaco, Orchestra Sinfonica di Bamberg, HessischerRundfunk).

Giuseppe Falco vincitore di numerosi concorsi nazionali ed internazionali, in occasione dell'anno Europeo della musica viene premiato al Quirinale dal Presidente della Repubblica. Svolge intensa attività concertistica come solista in tutto il mondo, in sale tra le più prestigiose (Carnegie Hall, Mozarteum, Musikverein, Opera di Parigi, Lincoln Center, Accademia di S. Pietroburgo, Sala Ciaikowskj, Bunka Kaikan, Tokio Suntorj Hall). È stato primo oboe dell'Orchestra della Scala di Milano e dell'Orchestra Filarmonica della Scala. Dal 1994 al 2001 è stato primo oboe solista dei Solisti Veneti di Claudio Scimone. Collaborare con l'Orchestra della Radio-Televisione Svizzera Italiana e con il gruppo barocco Il Proteo di Sergio Azzolini. Nel 2000 ha registrato musiche inedite di A. Longo per oboe e pianoforte con il maestro A. Ciccolini.

Ai Ikeda nel 1999 ha ottenuto il diploma alla Tokyo National University of Music and Fine Arts sotto la guida di K. Okazaki e nello stesso anno ha vinto anche il Primo Premio al Tokyo Debut Competition. Dal 2000 vive in Europa, dove ha studiato con S. Azzolini alla Musikhochschule di Basilea, ottenendo il diploma di concertista nel 2003. Nel 2004 ha vinto il Primo Premio al Japan International Competition, sia come solista che con il suo quintetto di fiati. Ha collaborato con Kammerorchester Basel, Münchner Philarmoniker, Bremer Philarmoniker, Göttingen Symphoniker e Jena Symphonie Orchester. Dal 2006 suona anche il fagotto storico ed è apparsa in numerosi importanti festival europei.

L'Orchestra da Camera Milano Classica nasce nel 1993 raccogliendo l'eredità di una gloriosa istituzione milanese, l'Angelicum. Dedita a un repertorio eclettico, grazie alla versatilità dei musicisti che ne fanno parte, estende il suo campo di interesse alla musica barocca al Classicismo, uno stile al quale si accosta sulla scorta di criteri interpretativi filologicamente informati. A fianco della propria stagione, Milano Classica si esibisce come orchestra ospite in alcune delle più prestigiose sale italiane e straniere, collaborando con direttori e solisti di fama internazionale. Ha suonato nel Festival di Ankara, Festival di Lubiana, Festival delle Fiandre, Eté Mosan, Fanfare Festival (Louisiana), per lo Schubert Club (St. Paul, Minnesota), per Vassar College (State of New York), l'Oratorio del Gonfalone (Roma). Molti i compositori che hanno scritto appositamente per l'Orchestra e numerose le incisioni (Dynamic, Tactus,VermeerClassics, La Bottega Discantica) premiate dalla critica specializzata. Dal 2014 la direzione artistica è affidata a Michele Fedrigotti.

INGRESSI E INFO: intero: € 13.00 | ridotto: € 10.00 | under30: € 5.00 bambini sotto i 12 anni accompagnati: € 2.00 gruppi (minimo di 6 persone): € 8.00 www.milanoclassica.it | segreteria@milanoclassica.it | T. +39 02 28510173

articolo pubblicato il: 06/04/2018

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy