periodico di politica e cultura 25 maggio 2018   |   anno XVIII
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
archivio
Google

cronache: in difesa del TLS di Spoleto

lettera di illustri musicisti

Pubblichiamo la lettera inviata alla Regione Umbria con la quale i noti musicisti Nicola Piovani, Louis Andriessen, Adriano Guarnieri, Edda Moser, Marco Angius, Flavio Emilio Scogna, Enrico Girardi, Pierfrancesco Borrelli, Andrea Cera, Lucio Gregoretti, Enrico Marocchini, Tonino Battista, Vittorio Montalti si schierano al fianco del Teatro Lirico Sperimentale "A. Belli" chiedendo alle Istituzioni di attivarsi al fine di salvaguardarlo.

Abbiamo avuto notizia dal Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto “A. Belli” che, allo stato attuale e già da quest’anno, non sono stati organizzati i consueti e importanti Corsi di Alta Formazione Professionale musicali rivolti a giovani strumentisti e pianisti Maestri Collaboratori, corsi che hanno fatto scuola in Italia e non solo, perfezionando giovani musicisti, molti dei quali anche grazie a queste esperienze hanno raggiunto ottimi risultati e attualmente lavorano nei maggiori Teatri italiani (Teatro alla Scala di Milano, Teatro Petruzzelli di Bari) e stranieri (Covent Garden - Royal Opera House di Londra, Metropolitan Opera House, Brusselles).

Ci appelliamo alla Presidente della Regione dell’Umbria Catiuscia Marini, al Vicepresidente e Assessore alle Politiche per la competitività e crescita del sistema economico-produttivo, all’Economia, al Commercio, al Turismo e al terziario innovativo, all’Assessore alla Cultura e al Sindaco di Spoleto, affinché queste esperienze di Alta Formazione professionale (Corso per Pianisti Maestri Collaboratori, Corsi per Ensemble di Musica Moderna e Contemporanea, Corsi per Canto Barocco e Mozartiano) non siano sospese. Tali corsi per giovani musicisti che credono alla musica, alla cultura, attivi da oltre 25 anni e tra le prime realtà nate in Italia, rappresentano uno dei maggiori vanti del Teatro Lirico Sperimentale e della Regione Umbria.

La sospensione dei Bandi da parte della Regione Umbria per questo tipo di attività rappresenta un grande errore da ogni punto di vista, sia per le perdite di opportunità di studio serio e intenso per i giovani musicisti, sia per l’immagine della stessa Regione Umbria – che si caratterizzerebbe per l’attenzione alla Cultura –. Ma la cultura non è solo una rassegna musicale e teatrale più o meno estemporanea, ma anche studio, approfondimento, diffusione d’idee ed esperienze laboratoriali di eccellenza, come quelle di specializzazione promosse sino a due anni fa dal Teatro Lirico Sperimentale in collaborazione con la Regione Umbria e con il Fondo Sociale Europeo.

Decine e decine di giovani musicisti provenienti dall’Umbria, dall’Italia e dall’Estero hanno frequentato i Corsi diplomandosi dopo severe selezioni. Noi ne siamo stati “testimoni” in qualità di artisti-docenti che hanno collaborato non tanto per i compensi, quanto per la serietà ed efficacia del Teatro Lirico Sperimentale.

Ci permettiamo di appellarci a Voi affinché possiate e vogliate ripensare le Vostre politiche sulla formazione professionale, riservando quei fondi necessari per continuare le esperienze di Alta Formazione del Teatro Lirico Sperimentale – un fiore all’occhiello dell’Umbria e di Spoleto, che, per sfoggiare, occorre alimentare-.

Le Vostre “fabbriche” della Vostra Regione sono Cultura, il Turismo, l’Ambiente e l’esperienza del Teatro Lirico Sperimentale è parte integrante di questa filiera.

Auspichiamo che questo appello venga accolto per non disperdere il patrimonio di conoscenze e rapporti che il Teatro Lirico Sperimentale ha acquisito in questi anni. Non è possibile che lo Sperimentale venga azzerato in questa maniera nell’ambito dell’Alta Formazione. Sarebbe un vero e proprio “delitto” culturale!

Vi preghiamo inoltre di voler sostenere in modo adeguato l’attività istituzionale del Teatro Lirico Sperimentale: Concorso “Comunità Europea” per giovani cantanti lirici, tra i più importanti a livello internazionale; Corso di Avviamento al Debutto e Stagione Lirica Sperimentale di Spoleto e dell’Umbria. Siamo certi della vostra sensibilità e volontà politica nel far sì che non si disperda il prezioso patrimonio culturale del Teatro Lirico Sperimentale, un vostro gioiello che dovete difendere in ogni modo.

articolo pubblicato il: 09/05/2018

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy