spettacolo
"Officina Estate"

Dal 7 al 17 settembre nell’anfiteatro di largo Cannella a Spinaceto l’associazione Officina delle Culture presenta Officina Estate. L'iniziativa è parte del programma dell'Estate Romana promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale e realizzata in collaborazione con SIAE.

L’Officina delle Culture, associazione di promozione sociale fondata da Carla Romana Antolini, Michela Becchis e Fulvio Ianneo propone un’Estate che guarda il nostro tempo attraverso lo spettacolo dal vivo per riunire coloro che ascoltano, che si guardano intorno senza mai scegliere l’indifferenza. In questo tempo segnato da tante marginalità che portano spesso sofferenza, la parola poetica può aprire dei varchi nella coscienza e predisporla all’ascolto dell’altro, farsi mezzo di conoscenza, di confronto e di condivisione per non dimenticare il nostro essere umani tra gli umani.

Ci condurranno in questi operosi giorni grandissimi poeti contemporanei, come il greco Ritsos (Aiace con Viola Graziosi) e l’uruguayana Vilarino (Povero Me Povero Mondo di e con Veronica Caissiols Torcello), incontreremo tematiche ambientali ed ecosostenibilità nello spettacolo che utilizza l’energia catturata dalla pedalata in Altri mondi Bike tour di Semivolanti o nella passeggiata nel parco di Spinaceto Chi trova una pianta trova un tesoro. Verrà raccontata da Teatro Prisma la storia di un femminicidio ancora impunito dopo 35 anni in Palmina che ripercorre l’atroce uccisione della giovane Palmina Martinelli. Si celebrerà la voglia di stare insieme in un festante concerto di musica brasiliana grazie al Coletivo do Bigode. L’officina di teatro sociale Black Reality propone The black is the new black spettacolo nato dal laboratorio con i migranti di via Staderini che qui diventano pesanti pacchi da spostare. Il piccolo anfiteatro diventerà anche contenitore di un importante progetto di ricerca e sperimentazione musicale dell’associazione Tuttoteatro.com come Presenza, Assenza, Trasparenza con elaborazione sonora di Martux_M e Antonia Gozzi e l’installazione di Marcello Sambati. Officina Estate propone e sostiene anche artisti ed associazioni della zona, rilanciando per esempio con il Redreading di Bartolini/Baronio Viva la vida che parte dal pensiero di Mujica sulla felicità il progetto di arte contemporanea Menti locali. Ritorno a Spinaceto, al poeta e scrittore Simone Consorti, fino alle collaborazioni con l’associazione DWA Destination West Africa che in questo municipio organizza il gioioso Afrofest, per un viaggio nelle narrazioni e nei ritmi africani. Uno spazio riservato alle giovani formazioni musicali sarà organizzato in collaborazione con la scuola di musica Consonanze. La Consulta della Cultura del IX Municipio presenterà il film Non essere cattivo di Claudio Caligari.

Officina Estate aderisce alla campagna Un posto occupato, un gesto concreto dedicato a tutte le donne vittime di violenza.

articolo pubblicato il: 05/09/2017