cronache
lavori di recupero

Si sono conclusi i lavori di recupero del Giardino del Monastero delle Suore Orsoline a Calvi dell’Umbria (TR), primo classificato in Umbria nel 2012 con 2.150 voti alla sesta edizione de I Luoghi del Cuore - il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare promosso dal FAI – Fondo Ambiente Italiano in collaborazione con Intesa Sanpaolo. Alla conferenza stampa di presentazione sono intervenuti Guido Grillini Sindaco del Comune di Calvi dell’Umbria, Francesco Verdinelli Assessore alla Cultura del Comune di Calvi dell’Umbria, Silvia Giani Vicepresidente regionale FAI Umbria e Capo Delegazione FAI di Terni, Malveno Angelucci Direttore Area Retail Terni Ovest Intesa Sanpaolo, Francesca Troiani Architetto Progettista del restauro, Federico Botti Agronomo e progettista del verde.

Il giardino, collocato nella parte più alta del centro storico e parte di uncomplesso costruito a partire dal 1715, si estende per 1,3 ettari e rappresenta un classico esempio di hortusconclusus, cinto da alte mura, in lieve pendenza e caratterizzato da una serie di terrazzamenti con muretti a secco. È percorso da una serie di viali disposti ortogonalmente, che conservano ancora oggi le stazioni di una Via Crucis e diverse edicole votive.

L’intervento, reso possibile grazie al contributo I Luoghi del Cuore di 26.000 euro, ha permesso il recupero dell’area di ingresso al giardino e della porzione più vicina agli edifici del monastero, restituendole alla pubblica fruizione: una concreta risposta a quanti hanno segnalato con passione e impegno questo monumento. Grazie al successo ottenuto al censimento, infatti, il bene ha potuto accedere alle Linee Guida per la Definizione degli Interventi 2013, ed essere selezionato per un intervento diretto da parte del FAI.Il progetto, a cura dell’architetto Francesca Troiani e dell'agronomo Federico Botti,ha consentito il restauro dei manufatti architettonici presenti lungo il viale d’accesso e lungo il viale primario a sud-est, oltre a interventi riguardanti gli elementi vegetativi del giardino. Azioni concrete a favore della richiesta della cittadinanza di riaprire alla pubblica fruizione un luogo storico a loro tanto caro.

Questo importante risultato è stato raggiunto grazie all’impegno dell’amministrazione comunale, della Delegazione FAI di Terni,di molti cittadini e grazie alle persone che hanno votato il Monastero e Giardino delle Suore Orsoline come Luogo del Cuoreal censimento del FAI. Unamobilitazione che testimonia il grande fascino di questo luogo, oggi finalmente ridonato alla comunità locale e ai turisti, e che ha dato la spinta necessaria alla realizzazione di attività di promozione e di valorizzazione del giardino e della città di Calvi dell’Umbria.

articolo pubblicato il: 11/11/2017