spettacolo
incontri, performance e residenze

Arrivato alla sua ottava edizione il festival La MaMa Spoleto Open a cura di La MaMa Umbria International, quest’anno proporrà – dal 30 giugno al 15 luglio, nell’ambito del sessantunesimo Festival di Spoleto,– una serie di interessanti incontri, performance e residenze, tutte fondate sui linguaggi contemporanei dello arti performative, con numerose parentesi indirizzate a scenari internazionali.

Si comincia il primo fine settimana al Chiostro di San Nicolò, con una doppia serata dedicata al Mediterraneo e Medio Oriente, in cui i coreografi Sina Saberi (Iran) con Prelude to Persian Mysteries e Jadd Tank (Libano) e Nora Alami (Marocco) con Bourgeois-Z, danno vita a ricerche coreografiche tra passato e presente, grazie al progetto Focus Young Mediterranean and Middle East Choreographers, circuito itinerante tra spettacoli e incontri, patrocinato dal MIBACT e dal MAE, che girerà fino a settembre l’intera penisola italiana all’interno di ben 11 festival

Alla sala Frau, il 3 e 4 luglio verrà presentato il nuovissimo progetto di Teatro Circo “Non sono” di Francesca Mari e Chris Patfiield (IT/UK) dove gli artisti utilizzano le loro abilità per de-scrivere poeticamente e comicamente l’universo delle relazioni tra uomo e donna.

Il Gruppo Nanou mette poi in scena al Chiostro San Nicolò , il 5 e 6 luglio, MAPPE, AL-PHABET, un progetto di scrittura per una danza possibile – con coreografie di Marco Valerio Amico e Rhuena Bracci – dove lo spazio è una mappa che il danzatore deve rispettare per ottenere quel limite capace di verificare l’evidenza del lavoro, sottolineandone i percorsi da intraprendere.

l’8 luglio andrà invece in scena alla Sala Frau NON È ANCORA NATO, nuova produzione teatrale umbra di Caroline Baglioni e Michelangelo Bellani con una storia che riflette sul perdono. Perdonare significa perdonare qualcun altro, ma in un certo senso, se non in primo luogo, perdonare se stessi.

Sarà poi la volta di una nuovissima co-produzione firmata La MaMa Umbria con il Regista Russo Semion Alexandrovsky che metterà in scena il 9 e 10 luglio al Chiostro San Nicolò insieme al gruppo teatrale DYNAMIS di Roma THE POLAR TRUTH dal testo di Yury Klavdiev un dramma sulle persone colpite dal Virus HIV. La Verità dell’Artico tratta il tema della verità, perché l’HIV è quan-to vale una persona e quanta verità ha dentro di sé. Chiedetevelo per davvero: che farei se dovessi morire fra 5 anni? Ma ho questo sogno. Quello di avere semplicemente una vita. Tranquilla. Tutto qua. Poi ci sono i soldi… ma lì che c’è da sognare? I soldi si guadagnano, mentre i sogni sono… so-no quello che non avrai mai. Ma sono anche quello che ti fa muovere per realizzare quella vita. Sì, i sogni sono la verità. Solo i sogni.

Bienvenue 欢迎 WelcomeBienvenido بك†أهل il nuovo progetto della Compagnia di danza contemporanea SBB di New York, è uno spettacolo interdisciplinare commissionato da La MaMa Theater di New York e firmato da Stefanie Batten Bland, esamina la volontà di condividere lo spa-zio con le etnie che emigrano nel proprio paese e i cambiamenti derivanti da ogni nuova inclusione, affrontando gli eventi globali e locali attuali durante questo periodo di identità di frontiera. Concentrato sulla riconciliazione, lo spettacolo sottolinea che tutti sono arrivati qui da un “altrove” in circostanze diverse, ma tutti ora fanno parte di questo Mondo. in scena il 12, 13 e 14 luglio al Chiostro San Nicolò

Chiude il Festival La MaMa Spoleto Open il 15 luglio con PENELOPE, uno spettacolo Tea-trale Da Omero – Ovidio – Atwood, sotto la Regia di Matteo Tarasco, l’attrice Teresa Timpano mette in scena un poema erotico e disperato, che espone con lucida follia e altissimo linguaggio le pene di un amor ritrovato, ma invivibile. Uno struggente grido di estasi erotica, che si trasforma in agonia.

Infoline: +39 393 9166042 - lamamaspoletopen@gmail.com

La MaMa Umbria International, residenza artistica e centro studi internazionale è attiva nel territorio dal 1990, anno in cui fu fondata da Ellen Stewart, già fondatrice e direttrice artistica del Tea-tro La MaMa E.T.C. di New York. La MaMa Umbria è da sempre impegnata nella promozione di scambi e collaborazioni tra singoli artisti e gruppi di varie nazionalità e provenienze. Nel corso di qua-si 27 anni di attività, La MaMa Umbria ha presentato e organizzato moltissimi eventi culturali: nume-rosi spettacoli di teatro e danza, concerti, mostre, conferenze, corsi e Festival. Negli ultimi 20 anni una delle attività principali è la realizzazione di corsi e Master di alta formazione, con il Symposio per Registi, e il corso per scrittori e drammaturghi, coinvolgendo docenti e artisti di fama e caratura in-ternazionale, Diversi gruppi hanno usufruito delle strutture de La MaMa Umbria per svolgere dei pe-riodi di residenza artistica, mirati alla preparazione di nuovi progetti artistici. Negli ultimi 10 anni, ha avviato una collaborazione con il Festival dei 2Mondi per la realizzazione de“La MaMa Spoleto Open”, un evento speciale inserito all’interno del cartellone del Festival di Spo-leto, presentando sia i risultati delle Residenze artistiche, sia progetti internazionali, con l’obiettivo di coinvolgere la comunità locale e dare visibilità a realtà emergenti nel panorama artistico internaziona-le. Dal 2015 La MaMa Umbria è riconosciuta come Residenza artistica nazionale tramite l’art. 45 promossa e finanziata dal MiBACT (Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo) e dalla Regione Umbria.

La MaMa Umbria è membro fondatore del Centro Italiano ITI - International Theatre Institu-te, (organismo dell’UNESCO) e del network europeo PAIRS, Performing Arts in Residence, e membro del network Res Artist. La MaMa Umbria International, Loc. Santa Maria Reggiana 7/8 06049 Spoleto (PG) www.lamamaumbria.org www.lamamaspoletopen.net lamamaumbria@gmail.com

articolo pubblicato il: 20/06/2018