torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

libri
"I luoghi del Toro"

Claudio Calzoni

di Gordiano Lupi

Il sottotitolo rivela il contenuto della narrazione: Storie, aneddoti e posti dei calciatori che hanno fatto grande il Torino. Claudio Calzoni introduce il lavoro disegnando una mappa dei luoghi storici, le strade, i quartieri che hanno ospitato calciatori mitici come Bacigalupo, Martelli, Rigamonti, Loik, Grezar, Menti, un allenatore eterno come Vittorio Pozzo, lo Stadio Filadelfia, la sede dei granata.

Tutto il libro è di grande interesse per un tifoso torinista, ma anche per un semplice curioso e appassionato di calcio, visto che contiene una sintetica (ma esauriente) Storia del Torino Calcio, il rapporto tra squadra e città, i luoghi del calcio a Torino, le abitazioni dei protagonisti e tutti gli uomini che hanno reso grande il Toro.

Conclude il volume una sterminata Bibliografia Granata, dove il lettore non appagato da tanta documentazione può approfondire le sue conoscenze. Il ricordo commosso del Grande Torino aleggia su tutto il libro, la pietas per quei giovani uomini caduti, di ritorno da un’amichevole giocata a Lisbona, per colpa d’un tragico destino, permea l’intera storia, appassionata e coinvolgente. Vittorio Pozzo, allenatore per passione e giornalista per mestiere, resta ricordo indelebile con i suoi quasi trent’anni di guida alla Nazionale, divisi in parte con la panchina del Torino, senza guadagnare una lira. L’invenzione dell’allenatore, figura che porta ordine nel caos dei calciatori che andavano in campo senza una guida, in pura anarchia, voluta proprio dal Torino, squadra operaia, contrapposta alla nobile Juventus, entrambe nate dalla passione di alcuni inglesi che volevano nobilitare il rugby.

Valentino Mazzola, la città e gli impianti sportivi, Meroni, Vallone, Radice, la squadra operaia e combattente di Pulici e Sala … Un libro che profuma di ricordi bagnati di nostalgia, per me che sono di Piombino, città legata da un vincolo di solidarietà con Torino. Aldo Agroppi e Lido Vieri sono stati gli eroi della mia infanzia: il primo viveva nel mio quartiere, un giorno mi regalò una sua foto con dedica dove indossava la maglia della Nazionale; il padre del secondo lavorava con mio padre e andavamo insieme a veder giocare l’Inter quando passava da Roma e da Firenze.

Il libro si chiude metaforicamente con un disegno di Virginia Martinelli che raffigura il popolare pinza piombinese. Cosa chiedere di più dalla vita? Leggetelo.
www.infol.it/lupi

Claudio Calzoni
I luoghi del Toro
Yume – Pag. 160 – Euro 15
info@yumebook – www.yumebook.it

articolo pubblicato il: 24/01/2020

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it