torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cronache
i credenti della terra piatta

Ci sono persone che credono che la famosa immagine scattata il 24 dicembre del 1968 dall'equipaggio dell'astronave Apollo 8 sia un falso. Nella foto si vede, dall'orbita della luna, la terra azzurra con delle parti illuminate dal sole.

I gruppi di internettiani, in maggioranza britannici e statunitensi, affermano che si tratta di una cospirazione globale di agenzie spaziali, governi e scienziati.

Esiste una "società della terra piatta" che non è composta, come si potrebbe credere da persone ignoranti o fondamentalisti di qualche religione, ma da persone in gran parte esperte di tecnologie d'avanguardia.

Secondo alcuni credenti della terra piatta si tratta di un disco di 9.000 km di profondità con circa 40.000 km di diametro. Il polo nord ne costituisce il centro e l'antartide circoscrive il pianeta. Quindi quando una nave circumnaviga la terra in pratica segue un ampio circolo sulla sua superficie.

Secondo questi teorici non è vero che l'idea della terra come una sfera abbia rappresentato il trionfo della scienza sull'ignoranza degli antichi perché la diatriba tra i sostenitori dell'una o dell'altra credenza risale al IV secolo a.C., epoca alla quale si fanno risalire le prime teorie contrastanti. Per Aristotele, nel 330 a.C., la terra era piatta, mentre Eratostene nel 240 a.C. calcolò la circonferenza del globo terrestre; anche in tempi moderni ci furono sostenitori della terra sferica in contrasto con l'insegnamento religioso. Nel secolo VIII d.C., addirittura un monaco benedettino scrive un trattato sulla sfericità della terra.

Si sa che da sempre i marinai, pur molto attenti a parlarne tra loro per paura dell'Inquisizione, credevano nella sfericità della terra osservando il repentino scomparire degli alberi delle navi all'orizzonte.

Nell'Ottocento, in Inghilterra fu fondata l'astronomia zetetica da Samuel Birley Rowbotham, il quale sosteneva che la terra è un disco stazionario. In Olanda John Hampen affermava nello stesso periodo che Newton era un demente.

Anche oggi i teorici della terra piatta non accettano quella che normalmente è considerata l'evidenza.

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it