torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

ritrattino
Lilian Molieri

Si trovano in giro per il mondo, specie nelle zone di forte immigrazione italiana, cognomi ormai del tutto scomparsi nei luoghi di origine.

A Savignano, in provincia di Cuneo, non esiste il cognome Molieri, ma da quel luogo partirono i fratelli Molieri per suonare in una orchestra del Nicaragua.

Da uno di essi nacque nel 1925 Lillian Molieri, un'attrice pressoché sconosciuta, o comunque dimenticata, in Italia, ma che ebbe un discreto successo nella Hollywood del tempo dei divi.

L'attrice, trasferitasi giovanissima negli Stati Uniti, fu scoperta grazie al film "Anna e il Re del Siam", del 1946, ed in seguito girò ad Hollywood altri otto film da protagonista.

Nella sua casa di Los Angeles non era difficile incontrare miti hollywoodiani come Johnny Weismuller, Rex Harrison, Jerry Lewis e Jack Lemmon.

Dopo un permanenza ventennale negli USA, Lillian Molieri tornò in Nicaragua, dove fondò la prima scuola di balletto classico e scuole di danza moderna e di teatro.

A Managua (dove l'attrice si spense prematuramente nel 1980) come d'altronde in tutto il Nicaragua, il ricordo di Lillian è ancora vivo ed amato. Pochi suoi connazionali sanno, però, delle sue origini piemontesi, nonostante l'inequivocabile cognome.

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it