periodico di politica e cultura 7 dicembre 2022   |   anno XXII
direttore: Gabriele Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
archivio
Google

cronache: a Campello sul Clitunno

Festa dei Frantoi e dei Castelli


nella stessa sezione:
Il comune di Campello sul Clitunno (Pg), in Umbria, posto al centro della Fascia Olivata Assisi-Spoleto, festeggia il periodo della raccolta e frangitura delle olive e l’arrivo dell’olio nuovo con la “Festa dei Frantoi e dei Castelli”, evento oleo-gastronomico dell’eccellenza del cartellone di Frantoi Aperti in Umbria (www.frantoiaperti.net), con iniziative che si terranno domenica 13 e domenica 20 novembre 2022.

Ad essere protagonista, domenica 13 novembre, sarà il Castello di Pissignano, antico borgo immerso nel paesaggio della collina olivata, che si erge appena sopra il Tempietto sul Clitunno, Patrimonio UNESCO del sito seriale “Longobardi in Italia”. Fortificazione a pianta triangolare, originaria dei secoli XI/XII, aderente allo schema costruttivo tipico dei castelli di pendio, con torre di vedetta nel punto più elevato e le case del borgo digradanti verso la pianura, Pissignano Alto si trova in un tratto strategico della valle del Clitunno, oggetto di contesa nel corso del Medioevo tra i comuni di Spoleto e di Trevi. Dopo l’abbandono del secondo Dopoguerra, il castello, con il suo borgo cinto da mura, è stato rivitalizzato da un gruppo di artisti, artigiani, architetti e imprenditori, che vi hanno aperto botteghe e atelier.

Nella suggestiva cornice del borgo medievale di San Benedetto, a Pissignano alto, si terrà domenica 13 novembre la prima giornata della “Festa dei Frantoi e dei Castelli”, un’intera giornata al castello, con “Selvatica | Di Sana Pianta”, esposizione dei manufatti e laboratori di artigiani, agricoltori, artisti, poeti e musicisti, che in sintonia con la nuova vocazione dello storico borgo, allestiranno i loro spazi nelle case aperte per l’occasione e in antiche chiese affrescate e sconsacrate, e coinvolgeranno i visitatori, con l’ausilio dei Tarocchi come nel castello di Calvino, raccontando storie di autoproduzione, indicando percorsi possibili all’interno del borgo e tessendo la trama di una comunità in cui i destini di ciascuno si possono incrociare con quelli degli altri.

Le torri del Castello di Pissignano ospiteranno, inoltre, le performance degli artisti e, nella stessa giornata, si terranno trekking tra castelli e uliveti; la passeggiata tra fiabe e natura, riservata ai bambini dai 5 ai 12 anni e ai genitori; un’escursione accompagnata dalla narrazione di fiabe tra i boschi e gli olivi, guidata dall’artista Loretta Bonamente, che coinvolgerà i bambini nel racconto di storie sugli alberi, gli olivi e l’olio e al termine un brunch con musica al Castello (info e prenotazioni 3389235119); il “Tartufo Experience”, escursione nel bosco alla ricerca del pregiato fungo ipogeo, in compagnia di cani ed esperti cercatori, e degustazioni guidate di olio e.v.o. Storie di olio e di coltivatori saranno poi al centro dell'attenzione con I racconti di Barbanera attorno al fuoco, che verteranno sul tema “L’ulivo come ritorno”, mettendo in luce lo stretto legame tra le radici profonde dell’uomo e la coltivazione di questa pianta, che richiede qualità importanti come la capacità di aspettare, la costanza, la pazienza, l’impegno, segnando il valore della nostalgia e del ritorno a casa, come nell’Odissea.

Domenica 20 novembre, invece, i riflettori si sposteranno nel capoluogo comunale di Campello sul Clitunno, la frazione de La Bianca, che ospiterà, nel loggiato del Municipio e nella piazza, la Mostra Mercato dell’Olio e.v.o. di qualità dei produttori locali e il mercatino dei prodotti della campagna e del bosco, e offrirà un nutrito calendario di eventi, tra cui la riproposizione di “Selvatica | Di Sana Pianta”, con artisti, artigiani, produttori, innovatori, che, negli spazi del borgo, tra le vie e nei locali antistanti la piazza, dialogheranno con i visitatori raccontando i loro saperi e proponendo occasioni di conoscenza con la natura e il suo rapporto con l’uomo; il trekking tra ulivi e antiche residenze di campagna, con partenza dalla piazza de La Bianca e, al termine, degustazione di olio e.v.o. appena franto; la pedalata in e-bike tra i Castelli della fascia Olivata organizzata da Fiab Foligno (per info e prenotazioni 3356767806) in collaborazione con Youmobility, il market place della mobilità; l'incontro e la mostra a palazzo Casagrande con Ivo Picchiarelli, storico delle tradizioni popolari; i concerti, gli spazi musicali, i momenti di intrattenimento e le degustazioni di olio e.v.o. condotte da esperti assaggiatori. Nella stessa giornata sarà presente l'attrice Maria Luisa Morici che incanterà i più piccolini con spettacoli teatrali e laboratori; per tutto il giorno saranno presenti anche Le Olivastre, con il piccolo food truck con Cucina all’olio di oliva, un innovativo progetto di tre donne che decidono prima di recuperare un oliveto secolare in abbandono sulle colline del lago Trasimeno, poi diventare una microimpresa, domestica e itinerante, per valorizzare l'olio EVO dell'Umbria.

Obiettivo delle due giornate della “Festa dei Frantoi e dei Castelli” è anche di far conoscere il ricco patrimonio storico-artistico, culturale e architettonico di Campello sul Clitunno, con la possibilità di visitare il Tempietto sul Clitunno, che è uno dei sette gruppi monumentali distribuiti in cinque diverse Regioni italiane appartenenti al sito seriale Unesco “I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568 – 774 d.C,), e la visita guidata del borgo della località della Bianca, che comprende il Museo della civiltà contadina, i giardini e l’opera di Sol LeWitt, il palazzo comunale, il palazzo Casagrande, la chiesa della Bianca con gli affreschi dello Spagna e villa Negri Arnoldi.

La “Festa dei Frantoi e dei Castelli” è un evento finanziato con il Programma Leader nell’ambito del P.S.R. per l’Umbria 2014 – 2022, Misura 19.3, Intervento “UMBRIA LASCIATI SORPRENDERE”, Gal valle Umbra e Sibillini.

articolo pubblicato il: 25/10/2022

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttore responsabile: Gabriele Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/2001 - reg. Trib. di Roma n 559 2002 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy