periodico di politica e cultura 7 dicembre 2022   |   anno XXII
direttore: Gabriele Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
archivio
Google

cronache: a Roma, Firenze e Prato

finanziamenti per progetti urbanistici


nella stessa sezione:
Bloomberg Philanthropies ha assegnato a 19 città europee i finanziamenti previsti dalla call Asphalt Art Initiative: 25mila dollari per intraprendere nel 2023 progetti urbanistici utilizzando l'arte e il design per migliorare la sicurezza stradale, rigenerare gli spazi pubblici e coinvolgere i cittadini delle comunità locali. La nuova call è stata annunciata in occasione del Bloomberg CityLab 2022, il vertice mondiale delle città organizzato in collaborazione con l'Aspen Institute. I 19 progetti Asphalt Art Initiative selezionati in Europa includono:

Rigenerazione e nuovi spazi pedonali in 11 città: Bruxelles, (Belgio); Zagabria, (Croazia); Brno, (Repubblica Ceca); Helsinki, (Finlandia); Reykjavik, (Islanda); Roma, Firenze e Prato, (Italia); Ferizaj, (Kosovo); Cluj-Napoca, (Romania); e Madrid, (Spagna). Interventi per la sicurezza dei cittadini in 5 città: Tirana, (Albania); Gdynia, (Polonia); Bratislava e Košice, (Slovacchia); e León, (Spagna). Incroci e attraversamenti pedonali artistici in 3 città: Varna, (Bulgaria); Atene, (Grecia); e Istanbul, (Turchia).

L’Asphalt Art Initiative finanziata da Bloomberg Philanthropies risponde al crescente numero di città in tutto il mondo che considerano l'arte come una strategia efficace ed economica per migliorare la qualità delle strade, con interventi su piazze, marciapiedi, strisce pedonali, incroci e altre aree pubbliche. Il programma ha lo scopo di creare nuovi spazi pubblici dinamici, offrendo alle città l’occasione di lavorare con artisti e associazioni locali su attività che coinvolgono reti e infrastrutture urbane. I 19 progetti vincitori avranno come riferimento le case history di successo dei 42 progetti precedentemente sovvenzionati dall’Asphalt Art Initiative negli Stati Uniti e i tre progetti pilota realizzati in Europa.

L'iniziativa si ispira all’attività sviluppata dal 2002 al 2013 dall’allora sindaco Michael R. Bloomberg a New York City per migliorare la sicurezza degli spazi pedonali e dare nuova linfa alle strade della grande Mela. La Bloomberg Associates, società di consulenza senza scopo di lucro di Bloomberg Philanthropies, si è inoltre occupata di svolgere lo stesso progetto nelle altre città in tutto il mondo. Oltre ai finanziamenti, le città selezionate riceveranno la consulenza tecnica fornita da Bloomberg Associates e dall'Agenzia per la Mobilità, l'Ambiente e il Territorio (AMAT) del Comune di Milano.

"I progetti d’arte su asfalto sono un modo collaudato e a basso costo a disposizione delle città per rivitalizzare gli spazi pubblici, creare senso di appartenenza tra i cittadini e aumentare la sicurezza", dichiara Michael R. Bloomberg, fondatore di Bloomberg Philanthropies e centottesimo Sindaco di New York City. "La nuova call Asphalt Art Initiative aiuterà a soddisfare la crescente domanda di riprogettazioni urbane su strada nelle città europee unendo ancora di più artisti e cittadini attivi grazie al potere dell'arte pubblica".

Gli effetti dell’Asphalt Art:

Bloomberg Philanthropies ha già finanziato 42 progetti negli USA e 3 progetti pilota in Europa. Ad oggi, sono stati completati grazie all’Asphalt Art Initiative 31 progetti che hanno avuto il merito di trasformare un totale di oltre 30mila metri quadrati di paesaggio urbano con interventi tattici, coinvolgendo quasi 7.000 cittadini e 150 artisti nel processo di progettazione ed esecuzione.

Gli interventi di Asphalt Art effettuati, oggetto di costante monitoraggio e valutazione, hanno già dimostrato evidenti vantaggi a beneficio dei quartieri dove sono stati realizzati:

Miglioramento della sicurezza dei pedoni: a Kansas City,Missouri, la riprogettazione di un incrocio con interventi di arte su asfalto ha portato alla diminuzione del 45% della velocità media del traffico. Le geometrie colorate realizzate sul marciapiede a Baltimora, Maryland, hanno registrato un aumento del 41% di comportamenti virtuosi messi in atto dai conducenti a favore dei pedoni per il rispetto delle precedenze.

Rigenerazione dello spazio pubblico: A Glasgow, Scozia, l'artista a capo del progetto della città ha reinventato uno spazio dimenticato di oltre 18 mila metri quadrati situato all'ingresso di una trafficata stazione ferroviaria, sotto un sottopassaggio autostradale per pendolari, intervenendo anche sul collegamento delle principali piste ciclabili e pedonali. Il progetto d’arte su asfalto ad Amsterdam, Paesi Bassi, ha rinnovato con colori brillanti, panchine, fioriere e tratti di marciapiedi vicino al vivace mercato all’aperto di Plein 40-45 plaza, attirando nuovi visitatori nei giorni di apertura e animando il quartiere tutto l’anno.

Coinvolgimento della cittadinanza: I residenti del quartiere Friendship di Pittsburgh, Pennsylvania, hanno preso parte a tutti gli aspetti della riprogettazione urbana: dai workshop per sviluppare i disegni di progettazione alla pittura del murale sotto la direzione degli artisti incaricati. Nel centro di Saginaw, Michigan, 29 artisti e quasi 500 residenti si sono riuniti per un "Paint-A-Thon", un intervento di rigenerazione artistica ideato per dipingere l'esterno delle case del quartiere durato un giorno interno. Una volta completata l’opera, i visitatori intervistati si sono definiti soddisfatti del risultato e l'83% dei commercianti della zona ha definito i murales vantaggiosi per le loro attività commerciali.

"Dai primi interventi pilota a New York ai progetti sparsi nelle varie città degli Stati Uniti e ora via via in Europa, l'Asphalt Art Initiative continua a generare nuove possibilità per le strade delle metropoli", aggiunge Janette Sadik-Khan, responsabile Trasporti di Bloomberg Associates ed ex commissario del Dipartimento dei trasporti di New York City. “Questi progetti creano rete tra le persone e rendono le strade più sicure. Il nostro intento è incoraggiare le città di tutto il mondo a creare nuovi capolavori sulle loro strade.”

"L'arte pubblica può dare vita a nuove collaborazioni nelle comunità di riferimento e restituire strade più sicure e vivaci,” commenta Kate D. Levin, direttore dell'Arts Program di Bloomberg Philanthropies e del dipartimento dei Beni Culturali presso Bloomberg Associates, nonché ex commissario del Dipartimento Affari Culturali di New York City. “L’Asphalt Art Initiative nelle 19 città europee vincitrici sottolineerà ulteriormente l'efficacia dell’arte nell'affrontare le sfide urbane su entrambe le coste dell'Atlantico".

articolo pubblicato il: 13/10/2022

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttore responsabile: Gabriele Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/2001 - reg. Trib. di Roma n 559 2002 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy