periodico di politica e cultura 17 aprile 2024   |   anno XXIV
direttore: Gabriele Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
archivio
Google

cronache: restauro di un quadro al Sacro Monte di Varese

al via la raccolta fondi


nella stessa sezione:
Raccolta fondi per il restauro dell’unica tela che raffigura i due creatori del Viale delle Cappelle del Sacro Monte di Varese. La parrocchia di Santa Maria del Monte insieme con Archeologistics, impresa sociale impegnata nella valorizzazione del patrimonio culturale, lanciano una cordata per il recupero di un importante quadro del Sacro Monte varesino: “Il Viale delle Cappelle con padre Giovan Battista Aguggiari e l’architetto Bernascone”, olio su tela risalente agli inizi del XVII secolo che rappresenta una delle rare immagini di quelli che si possono considerare gli “inventori” del Sacro Monte. Giovan Battista Aguggiari, frate cappuccino che ebbe l’idea di dar vita alla via sacra che conduce al Santuario e molto si spese per raccogliere i fondi necessari alla fabbrica del Rosario, e Giuseppe Bernascone che progettò le 14 cappelle con i misteri del Rosario e i tre archi che caratterizzano l’ascesa al borgo lunga circa 2 km sono ritratti davanti al “loro” Sacro Monte: il viale delle cappelle appare completo, ma alcune cappelle sembrano ritoccate, a testimoniare forse un ripensamento pittorico, forse una modifica progettuale voluta dal Bernascone. Del Bernascone sono anche i campanili del Santuario e della basilica di San Vittore a Varese.

Il dipinto (di dimensioni 97 x 119.5 cm), conservato nei depositi del Museo Baroffio, è esposto al pubblico fino al prossimo 7 gennaio e ha un valore non solamente artistico, ma anche affettivo per l’intera comunità del Sacro Monte e di Varese. «Il restauro della tela, che oggi risulta fortemente compromessa dal tempo, costituisce un elemento significativo per la ricostruzione del primitivo tracciato della Via Sacra, la collocazione delle Cappelle e per l’intera storia del Sacro Monte di Varese ed è una valida occasione di approfondimento della conoscenza delle figure di Aguggiari e Bernascone», dice monsignor Eros Monti, arciprete di Santa Maria del Monte. «L’opera, di autore anonimo, è di sicuro interesse sia per gli addetti ai lavori - si tratta infatti di un'opera a oggi poco pubblicata e quasi per nulla studiata - sia per i cittadini tutti, che potranno avvicinarsi a due figure simboliche del loro passato artistico e religioso». Per salvaguardare quest’opera e renderla maggiormente accessibile, la Parrocchia di Santa Maria del Monte ha presentato un progetto di restauro alla Fondazione Comunitaria del Varesotto grazie al bando “Tesori Nascosti”. Aggiunge Maurizio Ampollini, presidente di Fondazione Comunitaria del Varesotto: «Spesso ignoriamo le opere d’arte presenti nella nostra provincia per difetto di conoscenza, perché oggettivamente malmesse e quindi poco riconoscibili. Restaurare è necessario ma non basta, bisogna ripristinare, valorizzare: a questo mira il bando Tesori nascosti».

Il restauro sarà condotto dal Laboratorio Piero Lotti, professionista che è sempre stato molto legato al luogo come il padre Alberto, storico di riferimento per gli studi del Sacro Monte di Varese. Per attivare il progetto è fondamentale, però, il contributo di tutti. È possibile partecipare alla raccolta fondi necessaria per restituire alla città di Varese e al suo Sacro Monte i volti dei due protagonisti di questo luogo dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Si può donare recandosi al Museo Baroffio durante gli orari di apertura nel periodo natalizio oppure dal sito di Fondazione Comunitaria del Varesotto: bit.ly/prendiparteanchetu.

Archeologistics - Fondata nel 2004, è un’impresa sociale varesina impegnata nella divulgazione e conoscenza dei beni culturali. Progetta e realizza servizi di gestione museale, educazione al patrimonio, visite guidate e turismo culturale. In Lombardia opera in tutti i quattro siti Unesco Patrimonio dell’Umanità della provincia di Varese e collabora con le principali istituzioni del territorio e con il Ministero per i Beni Culturali. Fornisce consulenza per musei, monumenti e aree archeologiche, luoghi d’interesse storico-artistico e progetta percorsi per scuole e pubblico specialistico. www.archeologistics.it

articolo pubblicato il: 31/12/2023

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttore responsabile: Gabriele Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/2001 - reg. Trib. di Roma n 559 2002 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy