periodico di politica e cultura 22 aprile 2024   |   anno XXIV
direttore: Gabriele Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
archivio
Google

libri: presentazione a Roma

Il cuore nel mondo

Giuseppe Maria Gnagnarella, giornalista e scrittore, abruzzese di nascita, già in Rai come inviato di guerra, cronista e commentatore politico e poi dirigente a Viale Mazzini martedì 6 febbraio alle ore 18 presenterà il suo nuovo libro “Il cuore nel mondo - Dodici città per dodici mesi” (Omar Crocetti Editore, 2023. pp 238, 15 euro). L’iniziativa è dell’associazione culturale “Visioni & Illusioni”, presieduta da Ettore Spagnuolo e di cui Giuseppe Maria Gnagnarella è tra i soci fondatori; l’incontro si terrà a Roma, presso la Biblioteca Casanatense (Via di Sant’Ignazio, 52).

Del nuovo libro, discuteranno con l’autore, l’on. Anna Ascani (vice presidente della Camera dei Deputati), il prof. Louis Godart, (accademico di Francia) e Andrea Covotta (responsabile di RAI Quirinale).

“Ho sempre avuto bisogno di provare quella gioia unica che è il partire per raggiungere nuovi posti e gente sconosciuta. Per vivere la libertà di conoscere, per fare esperienze nuove senza lasciarsi trasportare, conservando il gusto magico, anarchico e sorprendente dell’andare”. Giuseppe Maria Gnagnarella riassume così il senso del suo nuovo libro, il nono, completamente diverso dai precedenti che sono volumi di storia politica o romanzi.

Questo testo è quasi un’autobiografia, il racconto di un mondo assolutamente personale che parte da Gerusalemme (Gnagnarella fu il primo ad arrivare in Israele allo scoppio della prima Intifada), attraversa Parigi, la città dei sogni quasi sempre presente nei suoi libri, il mare di Nizza, Dublino, i segreti di New York, i colori di Buenos Aires, l’amica Perth in Australia, l’amata Roma, la modernità di Singapore, la dolce Siviglia, Tromso in Norvegia e Torino. “Il libro – osserva l’autore - è un baedeker della felicità, alla scoperta dell’anima dei luoghi e di quella dei suoi abitanti”.

Giuseppe Maria Gnagnarella, giornalista, lancianese di nascita, romano di adozione, è stato responsabile della comunicazione della Presidenza della Rai, portavoce del Vice Direttore Generale della Rai, capo ufficio stampa di Rai2, responsabile dei rapporti Rai con la Commissione parlamentare di Vigilanza e con gli Enti locali, capo redattore politico del Tg3 e del Giornale Radio, Vaticanista e inviato speciale di guerra in Israele, Libano, Nicaragua ed ex Jugoslavia. Già Consigliere di Amministrazione della LUISS Guido Carli, è autore dei volumi: “1978, l’anno che ha cambiato la Repubblica”, pubblicato da Le Monnier nei “Quaderni di Storia di Spadolini”; “La bella preda”, pubblicato da Carabba e “Storia politica della Rai” (Textus Edizioni). Nel 2016 ha pubblicato il suo primo romanzo “Rendez-Vous a Saing Germain” (Gangemi), mentre è del 2017 “La ragazza con l’accendino” (Kirke). Nel 2018 ha pubblicato “La sposa contesa. Viaggio nella prima Intifada” (Kirke), mentre nel 2021 “Madreselva” (Kirke). Ha insegnato nelle Facoltà di Scienze della Comunicazione delle università La Sapienza, Salesiana e di Cassino.

articolo pubblicato il: 02/02/2024

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttore responsabile: Gabriele Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/2001 - reg. Trib. di Roma n 559 2002 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy