periodico di politica e cultura 17 aprile 2024   |   anno XXIV
direttore: Gabriele Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
archivio
Google

musica: al Teatro Vittoria di Torino

Instrumentum Vocale

Le proposte più accattivanti del panorama della musica antica si trovano nell’agenda dell’altro suono, la serie dell’Unione Musicale che nel suo quarto appuntamento (lunedì 19 febbraio - Teatro Vittoria, via Gramsci 4 - ore 20) ospita l’ensemble vocale e strumentale giovanile Instrumentum Vocale con un programma che delinea la storia dell’evoluzione della figura femminile nella cultura occidentale dal Medioevo al Rinascimento. Nato nel 2021, Instrumentum Vocale riunisce giovani musicisti piemontesi dalla doppia formazione sia vocale sia strumentale, richiamando una pratica tipica del Seicento e dei secoli precedenti, in cui molti musicisti coltivavano contemporaneamente l’arte di cantare e quella di suonare. Questa particolarità permette al gruppo di affrontare la musica antica in un modo più autentico, coinvolgente e spontaneo. A questo proposito Federica Leombruni, clavicembalista e mezzosoprano dell’ensemble, ha dichiarato in una recente intervista rilasciata all’Unione Musicale: «Con la fondazione di Instrumentum Vocale desideravamo creare uno spazio e un’opportunità di crescita professionale per un gruppo di giovani musicisti, sia dal punto di vista artistico sia strettamente umano. Un luogo dove poter sperimentare, un contenitore dove riversare le competenze e le passioni di ciascuno/a. Un luogo dove poter maturare musicalmente non solo come esecutori ma anche come promotori di idee di repertorio e di interpretazione». I giovani artisti dell’ensemble hanno scelto con cura i brani in programma per creare una narrazione coerente e variegata in cui viene presentata una galleria di ritratti musicali femminili che spazia dalla Vergine Maria a coraggiose guerriere, passando per una serie di donne senza nome, alcune arroganti, altre gentili. Al centro, si colloca la figura radiosa della Beatrice dantesca, nella quale si intrecciano l’amore sacro e l’amore profano: il titolo del programma – Dentro a li occhi suoi – proviene infatti dall’ultimo canto della Divina Commedia. Il percorso – suddiviso in tre parti – prende avvio con brani di autori cinquecenteschi di area tedesca, i quali indicano la Madonna come ideale femminile; la seconda parte raccoglie danze di corte e madrigali di autori quali Frescobaldi e Monteverdi; il finale è dedicato all’evocazione delle gesta eroiche e amorose di Brandimarte e di altre valorose protagoniste dei poemi cavallereschi. «Ci è parso interessante –afferma Leonbruni – partire dalla visione della donna in ambito sacro, scivolare nell’amor cortese per poi arrivare a toccare il tema della donna guerriera come punto di contatto con la modernità: la donna che si traveste e sceglie di combattere è simbolo di un’individualità che esce dal ruolo che la società affida, dal ristretto numero di sentimenti concessi, per affermare con l’azione concreta la propria autonomia personale ed emotiva». «Il tema della percezione della donna da parte della società e del suo effettivo ruolo all’interno di essa è sicuramente un tema molto attuale. […] Lo sguardo degli autori che eseguiamo era sì uno sguardo “al maschile” ma con una doppia valenza: da un lato la dichiarazione di un’insolita inversione di forze fra uomo e donna, dall’altro l’evidente utilizzo di un espediente letterario per parlare in modo più ampio dei sentimenti umani. A partire dal Trecento la donna è oggetto d’amore e di devozione da parte di poeti, musicisti e pittori: la particolarità è che l’uomo spesso di si pone in condizione di inferiorità e sottomissione sottolineando come la meraviglia prodotta da lei sia in grado annebbiare caratteri che invece rendevano l’uomo “superiore”, come la forza fisica o la razionalità». lunedì 19 febbraio 2024 - ore 20 Torino, Teatro Vittoria, via Gramsci 4 SERIE L'ALTRO SUONO Instrumentum Vocale Federica Leombruni / mezzosoprano e clavicembalo Davide Galleano / tenore, traversiere e flauti a becco Flavio Mattea / basso, traversiere e flauti a becco Gabriele Cervia / violino barocco Eleonora Ghiringhelli e Virginia Ghiringhelli /viole da gamba

DENTRO A LI OCCHI SUOI L'universo femminile tra sacro, eroico e amoroso

PRIMA PARTE Antifona gregoriana Beata viscera Heinrich Isaac (1450-1517) Beata viscera Philipp Friedrich Boddecker (1607-1683) Sonata sopra La Monica Joachim Magdeburg (1525-1587) Von Gott will ich nicht lassen

SECONDA PARTE Josquin Desprez (1450 ca-1521) Mille regretz Gilles de Binchois (1400 ca-1460) Amours merchi Thoinot Arbeau (1519-1595) Belle qui tiens ma vie Biagio Marini (1594-1663) Sonata sopra Fuggi dolente Core Girolamo Frescobaldi (1583-1643) Se m’amate io v’adoro Luzzasco Luzzaschi (1545-1607) Deh non cantar Claudio Monteverdi (1567-1643) Scherzi Musicali-Lidia Spina Luca Marenzio (1553-1599) Dissi à l’amata mia Claudio Monteverdi (1567-1643) Scherzi Musicali-O Rosetta

TERZA PARTE Dario Castello (1602-1631) Sonata I Bartolomeo Tromboncino (1470-1535) A la guerra Giovanni Tommaso Cimello (1512-1591) Venimo tre soldati Girolamo Frescobaldi (1583-1643) Partite sopra Ruggiero e Canzona prima à 4 sopra Rugier Sigismondo d’India (1582-1629) Aria sopra Ruggiero Andrea Falconieri (1585-1656) Spiritillo Brando DA SANTA A GUERRIERA: L’EVOLUZIONE DELLA PERCEZIONE DELLA DONNA NELLA SOCIETÀ DAL MEDIOEVO A RINASCIMENTO lunedì 19 febbraio 2024 - ore 20 Torino, Teatro Vittoria, via Gramsci 4 SERIE L'ALTRO SUONO Instrumentum Vocale Federica Leombruni / mezzosoprano e clavicembalo Davide Galleano / tenore, traversiere e flauti a becco Flavio Mattea / basso, traversiere e flauti a becco Gabriele Cervia / violino barocco Eleonora Ghiringhelli e Virginia Ghiringhelli /viole da gamba

DENTRO A LI OCCHI SUOI L'universo femminile tra sacro, eroico e amoroso

PRIMA PARTE Antifona gregoriana Beata viscera Heinrich Isaac (1450-1517) Beata viscera Philipp Friedrich Boddecker (1607-1683) Sonata sopra La Monica Joachim Magdeburg (1525-1587) Von Gott will ich nicht lassen

SECONDA PARTE Josquin Desprez (1450 ca-1521) Mille regretz Gilles de Binchois (1400 ca-1460) Amours merchi Thoinot Arbeau (1519-1595) Belle qui tiens ma vie Biagio Marini (1594-1663) Sonata sopra Fuggi dolente Core Girolamo Frescobaldi (1583-1643) Se m’amate io v’adoro Luzzasco Luzzaschi (1545-1607) Deh non cantar Claudio Monteverdi (1567-1643) Scherzi Musicali-Lidia Spina Luca Marenzio (1553-1599) Dissi à l’amata mia Claudio Monteverdi (1567-1643) Scherzi Musicali-O Rosetta

TERZA PARTE Dario Castello (1602-1631) Sonata I Bartolomeo Tromboncino (1470-1535) A la guerra Giovanni Tommaso Cimello (1512-1591) Venimo tre soldati Girolamo Frescobaldi (1583-1643) Partite sopra Ruggiero e Canzona prima à 4 sopra Rugier Sigismondo d’India (1582-1629) Aria sopra Ruggiero Andrea Falconieri (1585-1656) Spiritillo Brando DA SANTA A GUERRIERA: L’EVOLUZIONE DELLA PERCEZIONE DELLA DONNA NELLA SOCIETÀ DAL MEDIOEVO A RINASCIMENTO

BIGLIETTERIA biglietti numerati: intero, euro 25 ridotto (da 22 a 30 anni), euro 10 ridotto (under 21 e allievi Conservatorio), euro 5 in vendita online su www.unionemusicale.it, presso la biglietteria di Unione Musicale e, il giorno del concerto, presso il Conservatorio dalle ore 20

Unione Musicale piazza Castello 29 10123 Torino tel. 011 5669811 www.unionemusicale.it Biglietteria martedì e venerdì: 10.30-14.30 mercoledì: 13-17 biglietteria@unionemusicale.it

articolo pubblicato il: 18/02/2024

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttore responsabile: Gabriele Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/2001 - reg. Trib. di Roma n 559 2002 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy