periodico di politica e cultura 28 maggio 2024   |   anno XXIV
direttore: Gabriele Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
archivio
Google

cinema: FEFF 26

Alienoid, primi due capitoli

Quante volte, sul grande schermo, le porte dello spaziotempo (e numerosissime leggi della fisica) sono state violate? Quante volte i buoni e i cattivi si sono ritrovati a viaggiare avanti e indietro nei secoli (o nei millenni) dandosi ferocemente battaglia? Bene. Dimenticate tutti i titoli che vi sono familiari, da Avengers: Endgame a Terminator, da Interstellar a Ritorno al futuro, perché ora sta arrivando l’incredibile risposta sudcoreana a mille blockbuster hollywoodiani: la saga action/sci-fi Alienoid firmata da Choi Dong-hoon!

I primi due capitoli, Alienoid Part One e Alienoid: Return to the Future, saranno distribuiti in Italia da Minerva Pictures con Full Action Channel su Prime Video e The Film Club, ma faranno anche tappa al Far East Film Festival di Udine, da sempre domicilio del migliore pop cinematografico made in Asia. Proprio al FEFF, non a caso, lo stesso Choi Dong-hoon ha già visto presentare ben quattro dei suoi lavori: il thriller Tazza - The High Rollers (2006), che Choi ha personalmente accompagnato a Udine, il fantasy Woochi (2009), il blockbuster The Thieves (2013) e la spy story Assassination (2015). Una lunga consuetudine che adesso, appunto, si rinnova e che riporterà il regista sul palco del festival.

Girati contemporaneamente, Alienoid Part One e Alienoid: Return to the Future giocano sull’irresistibile cortocircuito (narrativo e stilistico) tra l’epoca della dinastia Goryeo e i giorni nostri: la Corea del 1300, dove i maghi e i guerrieri si contendono una spada divina capace di piegare le linee tempo, e la Corea ipertecnologica dei terzo millennio, dove gli alieni e gli umani… non sembrano convivere troppo pacificamente. Due universi opposti che entrano in collisione e danno vita a un’avventura tanto assurda quanto spettacolare, gestita da Choi Dong-hoon con evidentissimo divertimento e l’immaginazione a briglie sciolte!

La saga di Alienoid, che è nata per diventare un cult e che il FEFF programmerà in forma di maratona per la gioia della community fareastiana, scavalca senza timidezza i confini dei generi e li contamina liberamente, regalando al pubblico una vera e propria galoppata nelle praterie di Choi Dong-hoon: un territorio magico e anarchico in cui la fantascienza, il wuxia, il thriller poliziesco, la commedia, il melò e il miglior cinema d’azione parlano (a voce alta!) la stessa lingua!

articolo pubblicato il: 02/03/2024

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttore responsabile: Gabriele Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/2001 - reg. Trib. di Roma n 559 2002 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy