periodico di politica e cultura 22 aprile 2024   |   anno XXIV
direttore: Gabriele Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
archivio
Google

musica: alla Chiesa di San Michele Arcangelo di Potenza

Via Crucis di Francesco Stabile

Nel concerto del Venerdì Santo della Chiesa di San Michele Arcangelo di Potenza, 29 marzo alle ore 20, sarà possibile ascoltare in anteprima alcuni brani della Via Crucis, che sarà poi eseguita nella versione integrale il 31 maggio al Teatro Stabile di Potenza

Dopo un lungo e attento lavoro di ricerca, l’Associazione Musicale Francesco Stabile di Potenza annuncia l’uscita del primo disco inedito Francesco Stabile, Via Crucis 1856, un raro esempio di musica sacra ottocentesca disponibile dal 29 marzo 2024.

«Siamo molto soddisfatti di questo primo risultato – afferma Marco Ranaldi, musicologo e Presidente dell’Associazione Musicale Francesco Stabile di Potenza – con l’uscita di questo disco vogliamo ricordare un grandissimo artista lucano, una figura misteriosa di cui poco si conosce e di cui sentiamo la necessità di lasciare una traccia sonora. La scelta di far uscire il disco il 29 marzo, il venerdì della Settimana Santa di quest’anno, vuole essere un tributo ad un genere musicale che viene troppo spesso dimenticato, ma che è parte integrante della storia e della cultura musicale, e non solo, del nostro paese».

Il repertorio romantico italiano non lirico, infatti, è spesso poco conosciuto. Ad oggi, non esistono altri termini di confronto relativamente ad una Via Crucis nella sua interezza, composta in Italia nell'800, con le stesse caratteristiche di quella di Stabile. Di scuola napoletana e allievo di Zingarelli, Francesco Stabile concepisce pochi anni prima della sua morte la Via Crucis scritta per voci maschili e pianoforte. Il manoscritto di quest’opera – conservato presso la Biblioteca Nazionale di Potenza – è stato ritrovato dal musicologo Marco Ranaldi che, grazie al supporto di Francesco Cirillo, ha riordinato il materiale musicale prima di poter lavorare sulla scrittura, correggendo alcuni errori di trascrizione e ricostruendo le parti mancanti. Delle 14 stazioni, su testo di Pietro Metastasio, solo 9 sono giunte a noi con il Teco io vorrei Signore. Un lavoro di revisione durato quasi un anno che ha reso lo spartito filologicamente funzionale e utile per l’esecuzione e la registrazione.

Il disco, registrato in presa diretta presso il Polo Bibliotecario di Potenza nei giorni 11 e 12 marzo 2024, si compone di dieci brani: Teco io vorrei Signore, Sei il mio Signor diletto, Chi Porta in Pugno, Sento l'amaro pianto, Sento l'amaro pianto, Si vago è il vosto affanno, Figlie non più, Vedo sul duro tronco, Tolto di croce il Figlio, Tomba che chiudi in seno. Interpreti vocali Stabile Soloist: Giovanni Germano tenore primo, Nazareno Darzillo tenore secondo, Vito Nigro basso primo e Saverio Sangiacomo basso secondo. Dal 29 marzo sarà possibile ascoltare la traccia audio della Via Crucis sul portale Soundcloud e il video promozionale, diretto dal regista Giuliano Brancati, sarà caricato su YouTube e Brightcove. Per festeggiare l’uscita del disco, una selezione di brani della Via Crucis – eseguita dagli Stabile Soloist – verrà presentata in anteprima al concerto di venerdì 29 marzo 2024 alle ore 20, nella Chiesa di San Michele Arcangelo di Potenza, in memoria del pianista Lino Rossini e del baritono Roberto Coviello. Nel concerto saranno inoltre eseguiti gli Inni della Passione 1816 (rivisti da Marco Anconetani) di Nicola Antonio Zingarelli, maestro di Stabile, eseguiti in forma strumentale dallo Stabile Ensemble formato da Gabriele Telesca violino, Antonio Verbicaro sax contralto, Samuele Notar Francesco violoncello e Marco Ranaldi pianoforte.

La Via Crucis di Stabile, infine, verrà eseguita nella sua interezza nel concerto del prossimo 31 maggio 2024 al Teatro Stabile di Potenza. Subito dopo, verrà presentata presso la Basilica di Santa Maria Maggiore di Miglionico. Il progetto di recupero delle opere di Stabile non si ferma con la Via Crucis ma proseguirà con la revisione, trascrizione e registrazione di tutte le opere sacre che egli ha composto, fra le quali l’Inno a San Gerardo. Il tutto dovrebbe completarsi entro il 2026. Per informazioni sull’acquisto del disco Francesco Stabile, Via Crucis 1856 scrivere a associazionestabile@virgilio.it.

Il progetto si avvale del contributo della Fondazione Matera Basilicata 2019 e della Regione Basilicata. Gode dei patrocini del Comune di Potenza Assessorato alla Cultura, del Comune di Miglionico Assessorato alla Cultura e del Lions Club Host Potenza. Il Polo Bibliotecario di Potenza è partner del progetto. Si ringraziano le Parrocchie di San Michele Arcangelo di Potenza e dello Spirito Santo di Lavangone, la Confraternita SS. Crocifisso di Miglionico e la Parrocchia di Santa Maria Maggiore di Miglionico.

Francesco Gerardo Antonio Stabile è un compositore italiano nato a Miglionico (Matera) nel 1801 e deceduto a Potenza nel 1860. Dalla Basilicata si trasferì a Napoli per compiere i suoi studi di composizione, dove fu allievo prima di Giovanni Furno e poi di Nicola Antonio Zingarelli che lo avviò alla musica sacra.

L’Associazione Musicale Francesco Stabile, nasce a Potenza nel 1983 con lo scopo di far conoscere la figura di Francesco Stabile e il suo lavoro di composizione. Il progetto di recupero delle opere di Stabile non si ferma con la Via Crucis, ma proseguirà con la revisione, trascrizione e registrazione di tutte le opere sacre che egli ha composto nel giro di tre anni.

articolo pubblicato il: 26/03/2024

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttore responsabile: Gabriele Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/2001 - reg. Trib. di Roma n 559 2002 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy