periodico di politica e cultura 28 maggio 2024   |   anno XXIV
direttore: Gabriele Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
archivio
Google

musica: al Teatro Vittoria di Torino

Claudia Lucia Lamanna in concerto

Sabato 20 aprile (Teatro Vittoria, ore 20) l’Unione Musicale di Torino presenta un nuovo appuntamento della serie Green Notes, la rassegna dedicata in esclusiva agli under 35. I riflettori si accendono sull’arpista Claudia Lucia Lamanna, una solista tra le più entusiasmanti della nuova generazione. A soli 28 anni ha già vinto oltre 30 competizioni, tra le quali il prestigioso XXI International Harp Contest in Israele nel 2022, ed è stata arpista dell’Orchestra dell’Accademia del Teatro alla Scala di Milano per il biennio 2017-2019.

La serie Green Notes vede i giovani protagonisti sul palcoscenico e in platea, ma anche dietro le quinte. Infatti per l’organizzazione e la promozione dei concerti l’Unione Musicale ha coinvolto un team di ragazze e ragazzi provenienti da diverse realtà formative torinesi (tra le quali Università degli Studi e Conservatorio) appassionati di musica e di comunicazione che – dopo una serie di incontri di formazione e brainstorming collettivi – ha proposto e concretizzato alcune idee per presentare ai coetanei un’esperienza coinvolgente del concerto classico facendo allo stesso tempo riflettere in modo creativo sul rispetto dell’ambiente.

La rassegna ha infatti un obiettivo ambizioso: ripensare il concerto classico in chiave informale e interrogarsi sulla sostenibilità ambientale degli eventi culturali. A questo proposito durante gli appuntamenti vengono attuate alcune soluzioni concrete: illuminazione a basso consumo, programma di sala digitale, riduzione al minimo di rifiuti e materiali monouso, esecuzione di musica completamente acustica (senza strumentazioni elettriche).

Per rendere l’esperienza più coinvolgente e inclusiva al termine dei concerti è stato previsto un momento conviviale, durante il quale il giovane pubblico ha l’opportunità di incontrare gli artisti a tu per tu, in un clima rilassato e informale. Ascoltatori e artisti potranno chiacchierare e bere insieme un aperitivo a base di bevande biologiche. Il programma musicale della serata sarà molto vario e condurrà il pubblico dalla Francia di Satie e Fauré, alla Russia di Skrjabin, fino alla Spagna di López, le cui Variaciones del Fandango español di Félix Máximo López (trascritte per arpa) rappresentano una novità e un ampliamento del repertorio arpistico.

In una recente intervista rilasciata in esclusiva per l’Unione Musicale Claudia Lamanna ha raccontato come ha scelto i brani che eseguirà per il pubblico dell’Unione Musicale: «Questo programma, che racchiude ben cinque nazionalità diverse (francese, russa, spagnola, inglese e belga), ha l’intento di offrire una certa varietà di ascolto, grazie ai diversi stili compositivi che attraversano tre secoli di storia della musica […]. Avrei potuto scegliere solo composizioni scritte appositamente per arpa, in quanto la sua letteratura è piena di capolavori ancora inesplorati, ma ho volutamente inserito brani tratti dal repertorio pianistico (Skrjabin, López e Satie) e orchestrale (Danza spagnola da La Vida Breve di De Falla) per illustrare la versatilità di questo strumento. L’arpa, infatti, è in grado di eseguire pagine originariamente concepite per altri strumenti o organici con un risultato ugualmente funzionale e al tempo stesso affascinante».

sabato 20 aprile 2024 - ore 20 Torino, Teatro Vittoria GREEN NOTES 4

Claudia Lucia Lamanna / arpa

Gabriel Fauré (1845-1924) Impromptu op. 86 Aleksandr Skrjabin (1872-1915) Prélude per la mano sinistra op. 9 Manuel de Falla (1876-1946) da La Vida Breve: Danza spagnola (arrangiamento di Marcel Grandjany) Éric Satie (1866-1925) Gnossienne n. 1 Félix Máximo López (1742-1821) Variaciones del fandango español (arrangiamento di Claudia Lamanna) Benjamin Britten (1913-1976) Suite per arpa op. 83 Felix Godefroid (1818-1897) Carnaval de Venise op. 184

articolo pubblicato il: 15/04/2024

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttore responsabile: Gabriele Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/2001 - reg. Trib. di Roma n 559 2002 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy