periodico di politica e cultura 27 maggio 2024   |   anno XXIV
direttore: Gabriele Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
archivio
Google

teatro: al Teatro Tordinona di Roma

Oh scusa dormivi

Negli anni ’90 Jane Birkin scrive Oh pardon tu dormais, un atto unico con l’andamento di un lungo racconto, sviluppato in 17 quadri nell’arco di tempo di una notte, in una camera da letto. Oggi dal 16 al 21 aprile al Teatro Tordinona di Roma con la traduzione di Alessandra Aricò, Alessandra Vanzi e Marco Solari, con la collaborazione di Gustavo Frigerio, propongono lo spettacolo teatrale Oh scusa dormivi... Artisti di riferimento della post avanguardia teatrale italiana che qui scelgono di intraprendere una coinvolgente operazione drammaturgica, non tralasciando la storica e concettuale relazione con le arti visive e lo svuotamento della scena, in un’estetica dei corpi in movimento e delle luci, che ci portano con ironia e ferocia nelle dinamiche di coppia. Una coppia che convive da anni, in cui la donna cerca conferma di amore dal suo compagno, ma lui non riesce a dimostrarglielo. In questa notte difficile i due si rimproverano, lottano, si lasciano, si riuniscono, si straziano ed inteneriscono in un gioco doppio, tra parole e azioni che a volte le contraddicono: come se un filo parallelo al dialogo materializzasse pensieri e desideri più o meno espliciti. Alle volte la vita di una coppia può trasformarsi in un vero terreno di lotta. Un ring. Rivendicazioni, insicurezze, rimproveri, debolezze, gelosie. Tutti i colpi sono ammessi, anche i più bassi. Ma nel confronto c’è spazio anche per alcuni momenti di dolcezza, di tenerezza. Per osservare da fuori questo agone niente di meglio di una scena vuota dove si disegnano i percorsi dei due protagonisti: incroci, faccia a faccia, schivate, rifiuti, accerchiamenti.

Un atlante sentimentale dove ogni passo è un messaggio per l’altro, un segnale che può essere di minaccia o di coinvolgimento. C’è spazio anche per la seduzione naturalmente. Ma anche quella in un attimo può trasformarsi in vendetta o in un ricatto. C’è spazio anche per la simulazione. I protagonisti ci sono o ci fanno? Ognuno mette in scena un teatrino per l’altro che è complice nella finzione. Quante volte l’hanno già fatto! È un gioco che può sorprenderli, che può animare la noia data dall’abitudine. Sono disillusi, stanno invecchiando, forse non si amano più, ma hanno bisogno l’uno dell’altro. Il confronto è crudele e il testo di Jane Birkin è asciutto, battute brevi e secche, un ritmo implacabile che costringe i protagonisti a uno svelamento che ci rende voyeur, che ci fa tifare per l’uno o per l’altro, ci rimanda alla nostra vita, al nostro personale confronto con l’altro che amiamo. Un allestimento volutamente essenziale, una scenografia fatta di luce, per un’ora circa di spettacolo.

Lo spettacolo ha avuto un’anteprima il 10 settembre 2023 nella rassegna Tempora Contempora al Convitto Palmieri di Lecce con debutto il 14 ottobre al Florian Espace di Pescara. È stato poi presentato a Roma all’Angelo Mai a febbraio.

Oh scusa dormivi di Jane Birkin con Alessandra Vanzi e Marco Solari Teatro Tordinona - dal 16 al 21 aprile ore 21:00 traduzione di Alessandra Aricò (Edizioni Barbès, 2008) collaborazione Gustavo Frigerio disegno luci di Luca Storari Produzione Florian Teatro – Centro Produzione Teatrale

Grazie a Artisti 7607 per lo spazio prove; a Patrizia Bettini, Marcella Messina, Paolo Modugno, Raffaella Ottaviani, Dino Conti, per il loro ascolto e partecipazione. A Paola e Alessandro (Spazio di Mezzo, Baglio d’Arte di Marausa per una bellissima prova). Per le foto grazie ad Andrea Cavicchioli, Piero Marsili, Marcello Mascara. Per la prima a Pescara grazie a Renato Barattucci e Angelo Di Silvestre per le luci, a Alessio Tessitore per le riprese video, a Ionela Mimiteh per le foto.

Teatro Tordinona Via degli Acquasparta, 16

Per prenotazioni e informazioni:06.7004932 tordinonateatro1@gmail.com

articolo pubblicato il: 15/04/2024

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttore responsabile: Gabriele Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/2001 - reg. Trib. di Roma n 559 2002 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy