periodico di politica e cultura 16 giugno 2024   |   anno XXIV
direttore: Gabriele Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
archivio
Google

cinema: FEFF 26

YOLO

Nel 1980, per interpretare Jack La Motta in Toro Scatenato, Robert De Niro ha messo su quasi 30 chili. Ed è un evento di cui si parla ancora. La storia di Hollywood, del resto, non è certo avara di attori che hanno scelto di “fare sul serio”, modificando il proprio corpo senza l’ausilio di protesi o di trucchi digitali: da Christian Bale a Charlize Theron, da Mattew McConaughey a Jared Leto. E questo ci porta dritti dritti al Far East Film Festival di Udine, grazie al fenomeno (cinematografico e non) che sta spopolando in Cina: parliamo della superstar Jia Ling, parliamo della sua trasformazione fisica e, ovviamente, parliamo del suo bellissimo YOLO (acronimo di You Only Live Once), che con 500 milioni di dollari al box office ha reso Jia Ling l’attrice-regista che ha incassato più soldi nel mondo!

Scelto dal FEFF come titolo inaugurale della ventiseiesima edizione (l’Opening Night, ricordiamo, è fissata per mercoledì 24 aprile), il film è un’international festival premiere e racconta fondamentalmente due storie: quella che si sviluppa nella trama e, appunto, quella che si è propagata con grandissima forza fuori dallo schermo, diventando motivo d’ispirazione per milioni di cinesi. Una storia che, in entrambi i casi, porta sotto i riflettori lo stesso messaggio: non è mai troppo tardi per cambiare la propria vita. Non è mai troppo tardi per credere in se stessi e per esercitare fino in fondo la propria forza di volontà, sconfiggendo le insicurezze (o le paure) che ci impediscono di volare.

Jia Ling, che di YOLO è regista e protagonista, ha messo su 20 chili e poi ne ha buttati giù 50 (!) per interpretare con la massima “autenticità” possibile l’arco narrativo di Le Ying: una donna, messa alle strette dalle amarezze quotidiane, che trova una via di fuga e di riscatto indossando i guantoni da boxe e salendo sul ring. Tutto è possibile, ci ricorda Jia Ling, e il successo di YOLO (figlio del giapponese 100 Yen Love, applaudito al FEFF nel 2015) lo dimostra: a fare breccia nel cuore dei cinesi, oltre al film e all’incredibile bravura di Jia Ling, è stata anche la canzone You Only Live Once, firmata dalla stessa Jia Ling.

Nel videoclip, il personaggio di Le Ying duetta con se stesso e la “nuova” Le Ying invita la “vecchia” Le Ying a non lasciarsi ingabbiare dentro i ruoli che la società ci impone. Una hit che, esattamente come YOLO, rappresenta un glorioso inno alla manutenzione dell’amor proprio!

articolo pubblicato il: 03/04/2024

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttore responsabile: Gabriele Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/2001 - reg. Trib. di Roma n 559 2002 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy