periodico di politica e cultura 18 luglio 2024   |   anno XXIV
direttore: Gabriele Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
archivio
Google

cinema: FEFF 26

nuove collaborazioni

Focus Asia 2024, la sezione industry del Far East Film Festival, chiude con oltre 200 partecipanti (provenienti da 35 territori), 11 progetti in fase di sviluppo, 6 work in progress, 3 giorni di panel e case study e oltre 300 incontri individuali, confermando il proprio ruolo unico nel favorire legami artistici e di produzione tra Asia ed Europa.

All'interno di questa edizione speciale, contraddistinta da una vasta serie di nuove collaborazioni e iniziative reinventate, il TAICCA/Focus Asia Co-Production Award, del valore di €10.000, è andato al progetto giapponese Polaris: un ritratto del bar Polaris che s’illumina nella notte di Tokyo e attira donne dai diversi background, le cui vite si intrecciano come costellazioni per separarsi all'alba. La talentuosa regista Yoko Yamanaka inizia brillantemente il suo nuovo viaggio proprio poche settimane prima del debutto mondiale del suo secondo film, Desert of Namibia, ufficialmente selezionato per la Quinzaine des Cinéastes al Festival di Cannes. La conferma del premio TAICCA per il secondo anno consecutivo fa parte di una strategia internazionale basata su una collaborazione a lungo termine con un vasto network di partner asiatici ed europei.

Dal lato asiatico, numerose le partnership confermate quest'anno con le principali istituzioni nelle Filippine, a Hong Kong, in Giappone, in Indonesia, in Malesia e a Taiwan. Grazie alla collaborazione con FDCP - Film Development Council of the Philippines, VIPO - Visual Industry Promotion Organization, Ministero dell'Educazione, della Cultura, della Ricerca e della Tecnologia della Repubblica dell'Indonesia e Associazione Produttori Indonesiani (APROFI), Malaysia International Film Festival (MIFFest), TAICCA - Taiwan Creative Content Agency, Focus Asia ha garantito la presenza dei team selezionati, grazie al loro sostegno diretto per registi e dei produttori dei progetti e per i work in progress di questa edizione.

Ma il raggio d'azione della rete di partner di Focus Asia 2024 non si limita all'Est. Focus Asia ha infatti avviato una nuova partnership con FFA-Filmförderungsanstalt / German Federal Film Board, SPCINE / Brazilian Content, RE-ACT — Regional Audiovisual Cooperation and Training, CNA Cinema e Audiovisivo, allo scopo di offrire a circa venti produttori la possibilità di partecipare a Focus Asia Lab, un programma progettato in collaborazione con il Marché du Film-Festival di Cannes mirato a evidenziare le opportunità di co-produzione offerte da Corea del Sud, Cina, Giappone, Asia del Sud-Est, nonché per meglio comprendere il panorama della distribuzione asiatica e le società di investimento asiatiche.

Oltre ai progetti in sviluppo ai work in progress e alle sessioni mirate a favorire la co-produzione Asia-Europa, il team di Europa Distribution, la rete europea di editori e distributori cinematografici indipendenti, è tornato a Udine con 20 distributori provenienti da oltre 15 paesi europei che hanno partecipato per il secondo anno al Distribution Lab. Il workshop ha incluso case study, lavori di gruppo e proiezioni ed è stato interamente dedicato alla scoperta e alla condivisione di best pratice e di strategie innovative per promuovere la distribuzione del cinema asiatico in Europa e viceversa.

È stata inoltre inaugurata una partnership con Europa International, rete europea di sales agent, che ha consentito ai membri di partecipare all’evento industry del Far East Film Festival. Focus Asia ed Europa International hanno lavorato insieme per elaborare e pianificare future iniziative congiunte volte a facilitare un accesso più ampio e mirato al vasto e diversificato mercato asiatico.

Nel programma di panel e case study è stata inoltre presentata la nuova partnership con Bridging the Dragon, co-organizzando una sessione che svela le motivazioni che hanno portato le principali società di produzione asiatiche a girare in Europa.

Per il futuro c'è ancora molto da esplorare e scoprire, ma non c'è dubbio che dopo 9 edizioni Focus Asia sia riuscito a creare un unico "mercato familiare" che nel corso degli anni è cresciuto costantemente, si è reinventato e ha sognato in grande, confermando un ruolo strategico di primo piano tra le piattaforme esistenti dedicate ai professionisti del cinema asiatico ed europeo.

articolo pubblicato il: 02/05/2024

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttore responsabile: Gabriele Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/2001 - reg. Trib. di Roma n 559 2002 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy