periodico di politica e cultura 18 luglio 2024   |   anno XXIV
direttore: Gabriele Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
archivio
Google

teatro: al Castello di San Giorgio Canavese

“Liberidì Liberidà”

Tutto pronto in Piemonte, nel Canavese, per la prima nazionale del nuovo spettacolo di Sabina Guzzanti, “Liberidì Liberidà”, domenica 30 giugno alle 21.00 nella suggestiva cornice del Castello di San Giorgio Canavese (TO) all’interno del Festival della Reciprocità.

Lo spettacolo è uno degli eventi speciali della rassegna, giunta alla III edizione, che vede i comuni piemontesi di Agliè, Castellamonte e San Giorgio Canavese, superare i propri confini amministrativi per dar vita ad un unico cartellone culturale condiviso con lo scopo di valorizzare e promuovere il territorio del Canavese.

Parte da questi luoghi il nuovo tour estivo di Sabina Guzzanti che non perde mai occasione di esprimere le proprie posizioni sullo stato delle cose in materia di libertà del pensiero, tema che le è molto caro. In “Liberidì Liberidà”, l’attrice mescola, con il suo inconfondibile stile, ironia tagliente e critica sociale, invitando gli spettatori a riflettere su cosa significhi essere veramente liberi in un’epoca di grandi cambiamenti e incertezze: un monologo in cui confluiscono politica, lavoro e tecnologia tutto accompagnato dalla vena ironica che contraddistingue la satira dell’attrice. Da sempre in prima linea nel mettere sotto accusa il potere e la classe dirigente nazionale, voce scomoda e per questo spesso criticata, Sabina Guzzanti, torna a incontrare il suo pubblico con un monologo essenziale e come sempre corrosivo. Da ormai un paio d’anni, Guzzanti, figlia, sorella e soprattutto madre di tanti orfani dei bei tempi andati, si dedica al dialogo sia con Meloni che con Schlein, con l’unico obiettivo di attenuare il danno. Un lavoro impegnativo, spesso estenuante, portato avanti con abnegazione e sacrificio e senza che nulla gliene venga in tasca. Di qui l’idea di cominciare a monetizzare questa attività con una serie di conferenze spettacolo, che i giovani d’oggi chiamano stand up comedy, sul nostro presente travagliato. Ovviamente non si parlerà solo di politica ma anche di argomenti veramente importanti come lo sviluppo tecnologico in mano a 4 esaltati irresponsabili e più in generale di come conservare una qualche forma di dignità nel XXI secolo. – Sabina Guzzanti I biglietti per l’appuntamento del 30 giugno in Canavese sono in vendita sul circuito Mailticket al link https://www.mailticket.it/manifestazione/Z038 e presso alcune ricevitorie del territorio: Cartolibreria Tarella - Agliè, Tabaccheria Truffo Maria Luisa - San Giorgio Canavese, La Galleria Del Libro – Ivrea.

Il Festival della Reciprocità, anche quest’anno, prosegue fino ad ottobre con un fitto calendario di appuntamenti artistici, culturali ed enogastronomici. Se il 2023 ha visto i sold out di Niccolò Fabi e Arturo Brachetti, l’emozionante serata con Franco Arminio e la grande festa di Ambrogio Sparagna Trio, la stagione 2024 porta con sé il concerto dei Bluebeaters, il 13 luglio ad Agliè, e il “1° Festival della Canzone Popolare – Costantino Nigra” con la direzione artistica di Ambrogio Sparagna, uno degli etnomusicologi più noti e influenti d’Italia. Inaugura il programma di appuntamenti speciali proprio l’esordio del nuovo spettacolo di Sabina Guzzanti domenica 30 giugno a San Giorgio Canavese. Condividere sotto un unico grande cappello tutte le iniziative che i sindaci e le amministrazioni propongono all’interno del proprio comune racconta una visione molto precisa che supera i confini individuali vedendo nella crescita di un intero territorio la reale ambizione. Il Festival della Reciprocità è un progetto ideato e promosso da Tre Terre Canavesane, Comuni di Agliè, San Giorgio Canavese e Castellamonte. È organizzato con il patrocinio e il sostegno di Regione Piemonte, Città Metropolitana, Camera di Commercio di Torino, Confindustria Canavese, con il contributo di Autocrocetta, con la collaborazione di To Locals ETS e la direzione artistica di Peppone Calabrese.

articolo pubblicato il: 11/06/2024

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttore responsabile: Gabriele Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/2001 - reg. Trib. di Roma n 559 2002 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy