periodico di politica e cultura 28 maggio 2024   |   anno XXIV
direttore: Gabriele Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
archivio
Google

cronache: festival “Voci per la Libertà - Una canzone per Amnesty”

braccialetto Usb con canzoni

nella stessa sezione:
Lo storico festival “Voci per la Libertà - Una canzone per Amnesty” chiude il 2023 con una novità: un braccialetto Usb che racchiude alcune delle canzoni che hanno contraddistinto il suo anno e, contemporaneamente, dà il via ai lavori per la prossima edizione.

Partono infatti i lavori sui Premi Amnesty International Italia per le canzoni sui diritti umani, con il bando di concorso per la sezione emergenti e le segnalazioni dei brani per la sezione riservata ai big della musica italiana.

I Premi verranno conferiti ai vincitori nell’ambito della 27ª edizione di “Voci per la Libertà - Una canzone per Amnesty”, in programma a Rovigo dal 19 al 21 luglio 2024. La città veneta ha ospitato il festival per la prima volta nel 2023, tra il 21 e il 23 luglio, nell’ambito della "Settimana dei diritti umani", una grande manifestazione multidisciplinare nata per promuovere i diritti umani attraverso l'arte e la cultura, con un ricco calendario di appuntamenti. L’iniziativa, con un filo conduttore chiamato "D(i)ritti al futuro", ha coinvolto musica, dibattiti, letteratura, sport, laboratori, mostre, spettacoli artistici, teatrali e cinematografici. Il tutto reso possibile grazie a una collaborazione inedita tra associazioni ed enti del territorio.

La “Settimana dei diritti umani” si è conclusa appunto con il festival musicale legato ad Amnesty International. Una selezione dei brani del festival è ora racchiusa in una raccolta che ha preso forma nella realizzazione di un braccialetto Usb. All’interno c’è una tracklist nutrita e variegata, con brani che valorizzano la musica e i principi fondamentali della Dichiarazione universale dei diritti umani, giunta al sui 75esimo anniversario. Non solo, ai 17 brani scaricabili tramite il braccialetto Usb, si aggiungono altri contenuti multimediali, come un video e foto che raccontano le giornate del festival.

Ad aprire la tracklist ci sono Manuel Agnelli e Cenere, i due vincitori del Premio Amnesty International Italia rispettivamente nella sezione Big ed Emergenti. Si alternano poi i finalisti della sezione emergenti e gli ospiti di Voci per la Libertà. I primi sono: La Malaleche feat. Diva Eva vincitori del Premio della critica, Obi che si è aggiudicato il Premio del pubblico infine Cocciglia e Buva. Gli ospiti sono: Effemme, la Banda Rulli Frulli, nonchè Erica Boschiero e il duo Saba Anglana & Lorenzo Monguzzi in rappresentanza del progetto “Shahida - Tracce di libertà” e gli studenti del dipartimento pop rock del Conservatorio Venezze di Rovigo. A completare la raccolta i prestigiosi ospiti che si sono esibiti per la Settimana dei diritti umani o nell’anteprima del festival: la Romarabeat, Moni Ovadia e Giorgio Canali & Rossofuoco, Milena Mingotti e Nevruz . A chiudere la selezione i Nomadi, a cui è stato da poco assegnato un Premio alla carriera per l’impegno a favore dei diritti umani.

articolo pubblicato il: 15/12/2023

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttore responsabile: Gabriele Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/2001 - reg. Trib. di Roma n 559 2002 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy