cronache
il drappo del Palio

Un vento di freschezza e creatività ha soffiato sulla XXXV edizione del Palio dei Comuni di Montegiorgio, grazie a un'iniziativa che ha coinvolto i giovani artisti delle Marche nella creazione del drappo del Palio, il segno visivo di questo importante evento locale.

L'ippodromo San Paolo di Montegiorgio, da tempo rifletteva su come coinvolgere maggiormente il territorio e valorizzare il talento dei giovani artisti della nostra regione. Quest'anno, grazie all'energica iniziativa di Antonella Folchi Vici, responsabile eventi dell'ippodromo, è stato lanciato un bando rivolto ai Licei Artistici delle Marche per la creazione del drappo del Palio 2023, che verrà consegnato al comune vincitore. Questa audace mossa ha portato alla collaborazione con i prestigiosi licei artistici marchigiani: il Mannucci di Ancona, l'Orsini Licini di Ascoli Piceno, l'Apolloni di Fano, il Preziotti di Fermo, il Cantalamessa di Macerata, il Mengaroni di Pesaro e il Liceo Scuola del Libro di Urbino.

Gli studenti dei licei artistici sono stati chiamati a dare vita all'immagine del Palio 2023 su tela, e i risultati sono stati sorprendenti. Dopo un'attenta e dura selezione, la giuria dell'ippodromo San Paolo di Montegiorgio ha premiato il lavoro degli studenti della V°A del corso di Arti Figurative del Liceo Artistico Mannucci di Ancona sotto la guida della prof.ssa Federica Toppan. I tre lavori selezionati sono stati creati da Luce Donati di Ancona, Eva Luna Esposito di Falconara Marittima e Sofia Poli di Castelfidardo. La scelta finale ha premiato il lavoro di Luce Donati, che ha proposto un muso di cavallo e criniera al vento.

Luce Donati, una delle giovani artiste premiate, ha raccontato con entusiasmo l'ispirazione dietro al suo drappo: «Dopo essere venuta a conoscenza del concorso, ho deciso di realizzare questo drappo raffigurando il muso di un cavallo in primo piano, con la criniera mossa dal vento. La criniera forma onde vorticose e uno di questi ricci si trasforma nelle ruote di un carro, richiamando il Palio di San Giorgio. Come tecnica ho optato per la china nera, in quanto richiama uno stile molto veloce, che al momento prediligo».

Eva Luna Esposito ha scelto un approccio più classico, ispirandosi a San Giorgio che uccide il drago e integrando elementi locali: «Ho deciso di realizzare un cavallo in movimento e di prendere lo schema compositivo di San Giorgio che uccide il drago. Ho voluto anche omaggiare il borgo di Montegiorgio includendo nel dipinto il suo stemma e il bellissimo paesaggio. Scegliendo uno schema così classico per il drappo, ho voluto preservare le tradizioni, che dovrebbero essere sempre vive».

Sofia Poli ha voluto rendere omaggio al Palio dei Comuni, che da 35 anni (compreso quello che si disputerà domenica 12 novembre 2023) si svolge all’ippodromo San Paolo della famiglia Mattii: «Ho cercato di realizzare un drappo omaggiando proprio il Palio dei Comuni di Montegiorgio, in primo piano un cavallo pezzato e sotto di lui il tema centrale di questo sport equestre, la corsa con le carrozze. La tecnica utilizzata è tutto olio su tela 50x55. Concludo il tutto con questa frase che a me colpisce molto: 'Quel cavallo non era stato creato per calpestare la terra, aveva l'istinto per aria, e ogni volta che spiccava il volo cercava di lasciarmi lì».

La prof.ssa Federica Toppan, guida artistica delle studentesse, ha elogiato il loro impegno e la creatività dimostrata nel progetto. «Sono delle ragazze bravissime che meritano molto. Io sono estremamente orgogliosa dei miei studenti, ormai quasi giunti al termine di un lungo percorso. Per quanto mi riguarda come docente sono molto fiera del lavoro realizzato e contenta di aver aderito a un'iniziativa che mette in primo piano le tradizioni facendo emergere il talento di giovani artisti. Una splendida occasione per esaltare il connubio tra arte e territorio».

Questo progetto dimostra che quando la tradizione si unisce all'arte, emergono opere che fanno vibrare il cuore della comunità. Il drappo del Palio 2023 è il risultato di questa collaborazione unica tra giovani artisti e una tradizione radicata nelle Marche. Sarà un onore per il comune vincitore ricevere questa opera d'arte, che rappresenta l'anima creativa delle Marche. Le tre studentesse del Liceo Artistico di Ancona verranno premiate, nel giorno del Palio (domenica 12 novembre) in diretta tv e davanti ai media dalle autorità davanti al numeroso pubblico che affollerà gli spalti dell’ippodromo San Paolo. Inoltre ricordiamo che il Palio dei Comuni sarà visibile in diretta anche all’estero, un bel premio per la creatività di questa ragazze e delle Marche.

articolo pubblicato il: 30/10/2023