torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cronache
le città perdute dell'Amazzonia

Una parte della Selva amazzonica ritenuta vergine, in realtÓ, secondo scienziati statunitensi, ha albergato in passato comunitÓ urbane complesse come quelle dell'antica Grecia e dell'Europa medioevale.

La ricerca, pubblicata sulla rivista Science, Ŕ stata realizzata da un'Úquipe dell'UniversitÓ della Florida in collaborazione con trib¨ locali del bacino del Rio delle Amazzoni, nonchÚ con l'aiuto di sofisticate immagini satellitari.

Secondo gli esperti queste antiche cittÓ fortificate avevano una popolazione complessiva di 50.000 abitanti sterminati dai conquistatori portoghesi, in ci˛ coadiuvati dalle malattie che questi portavano dal vecchio mondo.

Ci sono prove di centri urbani strutturati su strade che portavano a grandi piazze centrali e di attivitÓ umane come l'agricoltura e il sistema di trattamento delle acque. Si incontrano quindi dighe e laghi artificiali usati per l'allevamento dei pesci.

I resti archeologici sono quasi impercettibili e sono stati scoperti anche grazie all'aiuto dei membri della trib¨ Kuikoro diretti discendenti della popolazione delle cittÓ perdute.

Le comunitÓ si raggruppavano secondo un sistema di pianificazione regionale; erano disseminate nella selva e circondate da muraglie.

Il ritrovamento permette di conoscere altri aspetti delle civiltÓ precolombiane.

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it