periodico di politica e cultura 28 maggio 2024   |   anno XXIV
direttore: Gabriele Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
archivio
Google

cronache: a Faenza

torna il Mei

nella stessa sezione:
“E’ ufficiale, il Mei di Faenza torna per i prossimi tre anni e si terrà nel 2024 nuovamente a Faenza dal 4 al 6 ottobre” annuncia il Comune di Faenza, attraverso il Sindaco Massimo Isola, il Vice Sindaco Andrea Fabbri e l’Assessore al Turismo Simona Sangiorgi, presenti alla conferenza stampa di presentazione del MEI 2024.

“Intanto, come tutti gli anni, dopo la Pasqua, è stato appena lanciato in pochi giorni sono già oltre 300 gli artisti e le band che si sono iscritte per suonare al MEI di Faenza per il 2024!” aggiunge Torna il Mei e torna SuperStage, il contest per partecipare alla nuova edizione del Meeting delle Etichette Indipendenti faentino che, dopo il successo dello Stra-Mei contro l’ Alluvione con oltre 30 mila presenze e come grande manifestazione turistica e culturale della citta’, ripartira’ con una nuova edizione.

Le iscrizioni sono aperte fino al 29 agosto e non oltre . Il concorso è gratuito e aperto a tutti gli artisti e band. Il Mei Superstage è il contest ufficiale del MEI, ed e’ rivolto a tutti gli artisti e band emergenti provenienti da tutta Italia che vorranno mettersi in gioco per suonare al Mei 2024. Inoltre, sono partiti in contemporanea il Meeting Music Contest, un contest di rilievo nazionale per artisti pop e rock, che terra’ la sua finale il 24 agosto al Meeting di Rimini, il Premio Bruno Lauzi per la nuova canzone d’autore che terra’ la sua finale il 25 luglio ad Anacapri, il contest Onda Rosa Indipendente per la musica al femminile che terra’ la sua finale a Bologna in settembre e Il Liscio nella Rete che premiera’ il suo vincitore nella prima settimana di luglio a Gatteo Mare. Come sempre un grande lavoro di scouting del MEI alla scoperta di nuovi talenti

“E’ veramente una grande soddisfazione vedere questi numeri e vedere il grande affetto che hanno le giovani generazioni di musicisti italiani che fanno brani originali e inediti verso il MEI di Faenza visto oramai come un vero e proprio punto di riferimento nazionale per chi valorizza i nuovi percorsi formativi, artistici e musicali capaci di dare voce all’originalita’ e alle scritture inedite e innovative” dichiara Giordano Sangiorgi, patron del MEI “Intanto proseguiamo in totale accordo con il Comune di Faenza e ringraziamo per questo il Sindaco e Assessore alla Cultura Massimo Isola, il Vice Sindaco e Assessore al Centro Storico Andrea Fabbri e l’Assessore al Turismo e alle Pari Opportunita’ Simona Sangiorgi che stanno lavorando per rilanciare il Mei nella sua triennalita’ futura. Da segnalare che il Sottosegretario alla Cultura Gianmarco Mazzi con delega allo Spettacolo dal Vivo ha confermato la sua presenza al MEI per inaugurarlo e presentare il nuovo Codice dello Spettacolo dal Vivo: un’occasione unica. Mentre certamente proseguira’ l’apertura del MEI dedicata al nuovo liscio seguendo le indicazioni dell’Assessore alla Cultura regionale Mauro Felicori con il quale abbiamo costruito il percorso di Vai Liscio e Santa Balera portandoli fino a Sanremo 2024 per i 70 anni di Romagna Mia e proseguendo anche nella sua valorizzazione turistica per la prossima Notte Rosa con Visit Romagna” conclude.

Infine, si consolida sempre di piu’ lo stretto rapporto con tutti i giovani artisti, musicisti e band del territorio che realizzano percorsi per coltivare nuova musica originale e innovativa, un bene prezioso da coltivare insieme a tutti quei giovani che stanno recuperando insieme a noi la grande tradizione del liscio rinnovandola, un vero e proprio unicum per Faenza con le esibizioni al MEI 2024 dei vincitori di Faenza Rock, Pavone d’Oro e Musica nelle Aie e tanti altri festival e contest del territorio. Inoltre il MEI per il 2024 attiva subito la promozione a favore del territorio partecipando venerdi 10 maggio a Eufonica, la grande fiera della musica che si terra’ a Bologna Fiere, dove sara’ presente con un convegno sul Gender Gap fisico e digitale e i live dei Santa Balera, ospiti a Sanremo 2024 per i 70 anni di Romagna Mia, della cantautrice Roberta Giallo, prima vincitrice di Ondas Rosa Indipendente con il suo nuovo album Reminiscenze, dei Fratelli & Margherita, vincitori di Faenza Rock 2024, in uscita con il singolo realizzato con il cantautore Cisco.

Tra le iniziative, che si terrano tra le Piazze del Popolo, del Duomo, Molinella e altri spazi e teatri in via di definizione, che si delineano per il 4, 5 e 6 ottobre 2024 da segnalare l’apertura il 4 ottobre con il Premio Arte Tamburini, che quest’anno sara’ assegnato alle voci femminili di Santa Balera , tra le quali quella di Matilde Montanari, recente vincitrice del Pavone d’Oro, che ha laureato nella scorsa edizione Emanuele Tedaldi, voce maschile dei Santa Balera, e un grande festival di artisti e orchestre romagnole nel segno della rinascita del Liscio a livello nazionale e internazionale, mentre sara’ assegnato un premio speciale a Radio Capodistria che segno’, come una sorta di “radio indipendente dell’epoca”, il successo di Romagna Mia del Maestro Secondo Casadei 70 anni fa, visto che Radio Rai non passava quel brano. Sabato 5 ottobre ak centro ci saranno i grandi autori : si celebreranno i 25 anni dalla scomparsa di Ivan Graziani con il concerto di Filippo Graziani che ha riportato in testa alle classifiche e agli eventi live la musica del padre Ivan, storico e indimenticato pioniere del rock tricolore, mentre i celebreranno i 30 anni del libro di Enrico Brizzi Jack Frusciante e’ uscito dal gruppo e si presentera’ in anteprima live il nuovo disco di Beatrice Antolini, una delle migliori espressioni del cantautorato indipendente italiano. Domenica 6 ottobre si celebrera’ il grande cantautore bolognese Claudio Lolli con la proiezione di un docu-film completo e inedito su Claudio Lolli con un recente live tenutosi a Bologna a cura di Danilo Tomasetta.

Tra gli eventi sono naturalmente confermati la Fiera del Disco nel Salone dell’Arengo a cura di Music Day e E’Marke’ nell’area di Piazza delle Erbe , tutti e due in Centro Storico. Inoltre sono gia’ previsti alcuni eventi off durante il MEI 2024, tra i quali si segnalano, una prima edizione di un festival wave a cura di Loto Studio il 4 ottobre al Piccadilly, una rassegna sul tema musica e lavoro con premiazioni sempre al PIccadilly per il decimo anno del contest a cura della Cisl e domenica 6 ottobre una chiusura in Piazza San Francesco con Il Concerto dei 50 anni a sostegno della Parrocchia di San Francesco con i musicisti che 50 anni fa organizzarono un primo grande concerto nel teatro parrocchiale di San Francesco.

Infine . l'accordo rilancera' Faenza Rock, dopo la vittoria dei Fratelli & Margherita dell'ultima edizione, portati a lavorare con Cisco, il Ferragosto sotto le Stelle, appuntamento cult con il Trio Italiano, e il Brindisi di Capodanno, protagonisti Alvio Foaccia e gli Alluvionati del Liscio. Quest’anno Hera supporta per la prima volta il Meeting Etichette Indipendenti (MEI), a conferma dell'importanza del suo ruolo culturale, ma soprattutto per dare un sostegno ancora più tangibile alla città di Faenza, così duramente colpita dall’alluvione. Con l’edizione 2024, particolarmente ricca e articolata, il MEI consolida il rapporto con gli artisti del territorio che, oltre a ideare nuova musica originale e innovativa, partecipano al recupero della tradizione, rivisitando ad esempio il liscio romagnolo– afferma Giuseppe Gagliano, Direttore Centrale Comunicazione e Relazioni Esterne del Gruppo Hera – Prospettive e impegno che ci accomunano al festival e che la nostra multiutility si impegna quotidianamente a perseguire, generando valore condiviso per il territorio e le comunità servite”. Il MEI e’ da sempre la piu’ importante piattaforma di scouting degli artisti delle piccole realta’ musicali indipendenti ed emergenti. Fin dalla prima storica edizione il MEI è stato la piattaforma di lancio della nuova scena indipendente italiana con artisti che sono diventati pilastri della musica in Italia: tra gli altri, Diodato, Afterhours, Bluvertigo, Marlene Kuntz, CSI, Baustelle, Caparezza, Negramaro, Daniele Silvestri, Brunori Sas, Perturbazione, Marta sui Tubi, Offlaga Disco Pax e ha premiato emergenti oggi protagonisti della nuova scena musicale nazionale: Levante, Ermal Meta, Fulminacci, Lo Stato Sociale, Ghali, I Cani, Canova, Calcutta, Dente, Le Luci della Centrale Elettrica, Motta, Colapesce & Dimartino, Cosmo, Ketama126, Ghemon, Maneskin e Ghali solo per citare gli ultimi. Ha portato con il suo progetto di “liscio indipendente” la nuova orchestra Santa Balera, composta da 15 giovanissimi cantanti e musicisti della Romagna con un’eta’ media di 18 anni, Il MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti è realizzato grazie al sostegno e al contributo del Comune di Faenza, l’Unione Romagna Faentina e della Regione Emilia-Romagna e del Ministero della Cultura. I Partner del MEI sono: AFI – Associazione Fonografici Italiani, Meeting dell’Amicizia dei Popoli di Rimini, SIAE, Nuovo Imaie, Bcc Credito Cooperativo Ravennate Imolese e Forlivese, Casa della Musica e Rumore di Fondo, Coordinamento Stage & Indies, AudioCoop, AIA – Artisti Italiani Associati, Rete dei Festival, Esibirsi, Music Day, Exit Well, Agimp e Classic Rock on Air e tanti altri. Tra i partner di rilievo da segnalare senza dubbio quest’anno l’importante presenza del Gruppo Hera che sottolineera’ con alcune iniziative particolari il suo sostegno alla creativita’ musicale giovanile. Il programma potrà subire ancora variazioni e/o integrazioni. www.meiweb.it

articolo pubblicato il: 24/04/2024

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttore responsabile: Gabriele Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/2001 - reg. Trib. di Roma n 559 2002 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy